L’ESPERTO RISPONDE

infezioni vie urinarie

Buongiorno, sono il papa di Sofia, una bimba di 4 anni.Circa 30 giorni fa, in una giornata un po' fredda (6 o 7 gradi sopra zeo), mentre stavo giocando con lei all'aperto, Sofia mi chiede di andare in bagno a fare la pipì. Cosa normalissima. Poi dopo dieci minuti me lo richiede, anche se poi la pipì non uscì. Arrivati a casa la bambina, pur bevendo... Leggi di più regolarmente, non fece più la pipì per circa 6 ore. Così, essendo sabato e il pediatra non era reperibile, decisi di portarla al pronto Soccorso Pediatrico. Dalla visita medica riscontrarono anche un po' la gola infiammata e così gli venne fatto un tampone. Dalla visita all'addome risultò tutto regolare, gli venne data una cremina di Luan alla zona vaginale così da calmare l'eventuale dolore che impediva a mia figlia di urinare, sospettando potesse trattarsi di infezione alle vie urinarie: dopo circa un'ora Sofia fece la pipì. Gli venne fatta anche una urinocultura li al Pronto Soccorso Pediatrico con esito negativo.Tornati a casa, la notte Sofia ebbe una sfebbrata di con circa 38,5, la mattina stava bene. Però continuava ad avere difficoltà a fare la pipì, la faceva raramente e poca.Così, come ci avevano detto, tornammo al Pronto Soccorso Pediatrico. Ci dissero che avevano notato che la bambina (noi lo sapevamo) fin dalla nascita aveva le cosidette "sinechie", cioè le labbra vaginali ancora molto ravvicinate. Ci dissero che questa poteva essere causa di possibili infezioni alle vie urinarie e così ci consigliarono di fare un piccolo intervento sul momento: noi eravamo un po' perplessi sul fatto di farlo in quel momento ma dissero che potevamo risolvere il problema e no acconsentimmo: passarno lo steak (tipo un lungo cotton fioc) sulle labbra vaginali di mia figlia cercando di allargare i tessuti. Noi eravamo un po' perplessi, la bambina ovviamente si agitava e strillava e quando dopo neppure un minuto vidi che Sofia che piangeva con insistenza, dissi a loro di fermarsi.Iniziammo così una cura antibiotica di Augmentin per 7 giorni e applicammo della crema di Gentalin Beta sulla zona vaginale: tutte cose che ovviamente ci furono prescritte dal medico del Pronto Soccorso Pediatrico.Nel frattempo venimmo a sapere che il tampone faringeo era risultato positivo allo Streptococco Pyogenes gr. ADopo un po' di giorni di cure si iniziarono a vedere i miglioramenti.Sofia tornava ad urinare, febbre non ne ebbe, la gola migliorava, l'appetito pian piano tornava.Una cosa però non era tornata alla normalità. Sofia andava di continuo a fare la pipì: ogni dieci minuti, 3 volte in un'ora anche. Dei momenti un po' meno frequente, altri momenti con questa intensità.Dopo circa 7 giorni dalla fine dell'antibiotico facemmo un nuovo esame culturale delle urine e risulto negativo. Per toglierci anche un ulteriore dubbio facemmo anche una ecografia addominale in cui risulto tutto a posto nella norma.Sofia tornò a posto ma oggi, a distanza ancora di più di 30 giorni dall'inizio di tutto, Sofia continua ad andare spessisimo a fare la pipì: a casa ci va meno di frequente, ma all'asilo, dai nonni, a casa degli amichetti, o in altri contesti la fequenza è alta.E' chiaro che poi diverse volte, dice di andare al bagno a fare la pipì ma alla fine ne fa poche gocce oppure niente, spinta più da uno stimolo che da una reale necessità.Ma non ha mai detto di avere bruciore o male, mai in tutto questo tempo.Ultimamente le abbiamo dato anche una crema a base di Aloe per bambini nella zona vaginale per vedere se per caso ci fosse uno stato di irritazione localizzato che poteva essere la causa dei suoi stimoli urinari. Inizialmente sembrava avesse dei benefici, ma poi il problema continua a esistere.Ci hanno detto che ora potrebbe essere subentrato un problema psicologico: quell'intervento sulle "sinechie" può averla traumatizzata ed ora la sua risposta è quella di dimostrare che facendo sempre la pipì non occorre più che la riportiamo in quel posto che per lei serba brutti ricordi.Sarà così ?! Non lo sappiamo. Brancoliamo un po' nel buio e così si finisce per pensare un po' a tutto, anche a cose negative.Potrebbe essere stato l'Augmenti a creargli dei danni renali che la spingono ad urinare con frequenza ?Dobbiamo fare degli altri esami ?Non sappiamo più cosa fare e ci stiamo facendo prendere emotivamente da questa situazione ansiosa, il che di certo non fa bene a nessuno, Sofia compresa.Eppoi ci chiediamo: qual'è stata la causa iniziale di quella che sembrava essere una infezione alle vie urinarie (non faceva la pipì) ?E' stata una vera infezione alle vie urinarie oppure era lo Strptococco faringeo che ha influito anche sulle vie urinarie ?Non sappiamo veramente più cosa pensare e continuare a vedere la bambina andare così di fequente al bagno ci mette ansia, perchè pensiamo anche che possa essere una situazione limitante anche per lei.Cosa dobbiamo fare?Cosa dobbiamo pensare?Grazie

Risposta del medico
Specialista in Pediatria e Gastroenterologia

salve,la sintomatologia descritta è riconducibile ad una diagnosi di cistite(che generalmente l esame di urinocoltura  da esito negativo)consiglio terapia con fosfomicina (monuril 2g bustine)una  bustina a stomaco vuoto da ripetere a distanza di 48 h.inoltre una visita ginecologica fimosi?

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
-bronchiolite-sintomi-e-terapie--
Bronchiolite nei neonati: i sintomi
2 minuti
Bronchiolite nei neonati: i sintomi
Laringospasmo: cause e sintomi
3 minuti
Laringospasmo: cause e sintomi
La scuola e le malattie
1 minuto
La scuola e le malattie
Disturbi di respirazione durante il sonno in età pediatrica
2 minuti
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Pediatria
Napoli (NA)
Specialista in Pediatria e Malattie infettive
Bari (BA)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Pediatria
Prov. di Verbano Cusio Ossola
Specialista in Pediatria e Allergologia e immunologia clinica
Bergamo (BG)
Specialista in Pediatria
Canosa di Puglia (BT)
Specialista in Pediatria e Neuropsichiatria infantile
Prov. di Varese
Specialista in Pediatria e Gastroenterologia
Trapani (TP)
Specialista in Pediatria
Prov. di Bergamo
Specialista in Pediatria
Roma (RM)
Specialista in Pediatria e Gastroenterologia
Casalnuovo di Napoli (NA)