18-07-2018

Informazioni effetti dei cibi sull'efficacia di farmaci

Ho acquistato del brodo in granuli da sciogliere nelle minestre. Tra i vari ingredienti che lo insaporiscono: prezzemolo, cipolla, sedano, basilico, aglio e via dicendo c'è anche la curcuma. Atteso che essendo cardiopatico assumo giornalmente il Clopidogrel 75, gradirei sapere se la quantità di questa sostanza, che suppongo infinitesimale, contenuta in un cucchiaino di prodotto per insaporire la minestra, assunta peraltro dopo circa 6 ore dal medicinale, abbia ad interegire col medesimo. In altre parole, posso agevolmente consumare il prodotto oppure no? Grazie infinite.

Risposta di:
Dr. Giovanni Orlando
Specialista in Nutrizione e Scienze dell'alimentazione
Risposta

Salve, di solito, gran parte del contenuto di tali composti, in percentuale, è sale. Cavolfiore, verza, prezzemolo, broccoli, cime di rapa, lattuga possono creare problemi di coagulazione a chi assume farmaci inerenti. Visto la composizione del preparato, solo il prezzemolo potrebbe essere sconsigliato, ma credo che ne contenga talmente poco da non destare preoccupazioni. Ne controlli comunque la percentuale presente.

TAG: Adulti | Anziani | Cuore | Effetti Collaterali | Farmacologia | Malattie dell'apparato cardiovascolare | Nutrizione | Scienza dell'alimentazione
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!