25-01-2017

Insonnia, ansia e stress possono causare tremori?

Gentile dottore, sono un ragazzo di 21 anni, peso sui 55kg e sono alto 165cm. A causa di una delusione d'amore, quasi due anni fa, ho iniziato a soffrire d'insonnia, seguita da forti stati d'ansia e stress. Dopo la maturità, e con l'iscrizione alla facoltà di ingegneria, il mio stress, le mie paure, contornate da ansia ed insonnia sono andate aumentando. Al punto che ho iniziato ad assumere regolarmente piccole dosi di cannabis prima di andare a dormire per cercare un po' di relax e aumentare le ore di sonno.
Oltre a questo forte stress e questo mio esser teso, anche per cose insignificanti, ho iniziato a notare dei tremori e dei movimenti involontari dei muscoli. Vorrei capire se tutto questo può essere riconducibile ad un forte stato d'ansia oppure ad altro. Sono spaventato perché quasi un anno fa è stato diagnosticato il morbo di Parkinson a mio padre e vorrei capire se le cose possono essere in qualche modo legate.

La situazione non ha fatto altro che pesare sul mio essere perennemente stressato: mio babbo ha perso il lavoro, e adesso tutti pretendono che finisca il prima possibile l'università, che non mi faccia prendere da distrazioni ecc. Ultimamente, dopo un esame bocciato, e un datore di lavoro che è rimasto indietro coi pagamenti (andavo a lavoro in modo da non pesare alla famiglia, togliendo però tutto lo spazio per ritrovarsi con gli amici e pensare ad alto) ed è sparito. Mi trovo così, con ansia, forte stress, agitazione costante e tremori. Non c'è modo di essere rilassato, mi sento in costante tensione sia fisica che psicologica. Qualche mese fa, avendo conosciuto una ragazza, e appunto più concentrato sull'esser felice che il contrario, avevo ricominciato a dormire un pochino di più, ero più rilassato ed il tremore praticamente neanche si avvertiva. Ora, dopo questa serie di eventi, sono punto e a capo. Chiedo scusa per il "papiro" ma volevo darle un quadro generale il più dettagliato possibile. Grazie per il suo tempo

Risposta di:
Dr.ssa Silvia GarozzoDottore Premium
Specialista in Psicologia clinica e Psicologia e Psicoterapia
Risposta

Caro ragazzo, le canne che sul momento danno un senso di rilassatezza sul medio termine invece aumentano la sua ansia oltre a bruciarle la memoria ed altre competenze. Siccome mi par di capire che qualche motivo di ansia lei lo abbia, dovrebbe sospenderne immediatamente l'uso, recarsi dal suo medico per farsi dare una terapia farmacologica (quantomeno un ansiolitico) e subito dopo andare in psicoterapia per curarsi. Spero che lei lo faccia al piu presto. L'ansia è una malattia come lo è anche la depressione e possono essere curate. Le cure fai da te invece a volte sono più dannose del male che vogliono andare a debellare.

TAG: Medicina delle dipendenze | Psicologia | Salute mentale | Tossicologia medica