05-11-2012

Integrazione psicoterapia e terapia farmacologica

gent.mo dottore,mi aiuti x favore.ho la depressione da 13 anni.sono stata bene fino a 3 mesi fa,quando poi mi e' ritornata,con pianti,inappetenza,sonnolenza e voglia di non fare niente.la mia psichiatra mi ha prescritto zarelis fino a un dosaggio di 225 mg..purtroppo non ha funzionato tanto,cosi' mi consiglio' di farmi ricoverare qualche giorno in ospedale.li,dopo colloqui e test psicologici,mi hanno cambiato farmaco..citalopram 20 gocce,e bromazepam 15 gocce distribuite nell arco della giornata..ora sono 11 gg oggi che sto facendo questa cura,ma ancora non riscontro nessun beneficio,cosi la mia psichiatra nel frattempo che il citalopram inizi il suo beneficio,mi ha prescritto 10 flebo di samir..direi che quando la faccio(flebo)mi sento piu attiva,ma la mia preoccupazione e il mio pensiero e' solo uno:quello di non guarire..mi aiuti lei..grazie,manuela
Risposta di:
Dr. Enrico Prosperi
Specialista in Psicologia e Psicoterapia
Risposta

Cara Manuela, il pensiero di non guarire è legato al suo stato umorale che sta, come lei stesso afferma, migliorando grazie alle flebo e al citalopram. Potrebbe prendere in considerazione una psicoterapia cognitivo comportamentale da associare alla terapia farmacologica. Un saluto. Enrico Prosperi

TAG: Malattie psichiatriche | Psichiatria | Salute mentale
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!