Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

20-03-2013

Intervento a cuore battente in presenza di aorta a porcellana

buonasera, mio papà di 64 anni è stato operato perchè aveva 3 arterie chiuse, però l intervento nn è stato fatto come si doveva fare, perchè il dottore una volta che ha iniziato l intervento si è accorto che aveva l' aorta ascendente calcificata e perciò ha fatto in un altro modo... volevo sapere se dopo il risveglio andrà tutto bene o può avere problemi, se il sangue riuscirà a circolare in modo normale?? grazie
Risposta

Gentile Signora, la presenza di aorta ascendente interamente e severamente calcifica (aorta a porcellana) purtroppo non rende possibile il clampaggio della stessa per la circolazione extracorporea necessaria all’esecuzione di un intervento di by-pass aorto-coronarico e ciò per l’elevato rischio di distacco di frammenti di calcio che possono embolizzare e raggiungere il cervello con conseguente ictus. Pertanto, se fattibile (anatomia delle coronarie, contrattilità cardiaca ecc.), è consigliabile eseguire l’intervento a cuore battente (off-pump) per ridurre il rischio di ictus cerebri.

TAG: Cardiochirurgia | Chirurgia | Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!