22-11-2016

Intervento di cataratta e miopia

Gentile dottore, ho 39 anni e a breve mi sottoporrò ad intervento di cataratta. Con il chirurgo ho già deciso di sostituire il cristallino con uno monofocale e essendo miope di -4,50, mi viene proposto di tarare il cristallino in modo da diminuire anche un po' la miopia. Da quello che ho capito, più si diminuisce la miopia e più c'è il rischio di ricorrere anche ad occhiali da lettura. Di quante diottrie è consigliato mantenere la miopia per essere sicuri di poter leggere senza occhiali? La condizione di messa a fuoco da vicino, dopo l'intervento, rimane stabile nel tempo o può variare? Fino a che distanza potrò vedere senza togliere gli occhiali? La ringrazio anticipatamente

Risposta di:
Dr. Andrea Passani
Specialista in Oculistica e Oftalmologia
Risposta

Gentile utente, per la lettura senza occhiali solitamente si consiglia un target ametropico di -3D che equivale ad un punto remoto di 33cm. Questo significa che la distanza alla quale riuscirà a leggere senza occhiali sarà di circa 30 cm. Solitamente la messa a fuoco da vicino (accomodazione) dopo l'intervento di cataratta rimane costante nel tempo salvo rari casi (spostamento della lente intraoculare, capacità accomodativa residua, etc). Le consiglio di rivolgersi al suo oculista per trovare la soluzione più adatta al suo caso. Buona giornata

TAG: Occhi | Oftalmologia | Vista
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!