20-08-2017

Ipotiroidismo subclinico e infertilità maschile

Buongiorno, maschio, 42 anni, 81 Kg altezza 178 cm. Niente fumo, niente alcol, poca attività fisica e stress dovuto al lavoro. In seguito al desiderio di avere un figlio con la mia compagna abbiamo fatto gli accertamenti di rito. Risultati: Oligoastenozoospermia, dimensioni testicoli appena sotto la media, ipotiroidismo subclinico (TSH 3.9 - Prolattina 18.5).
Visto il problema di fertilità mi è stato suggerito di prendere levotiroxina 50 e ripetere lo spermiogramma e le analisi del sangue in 2-3 mesi.

Le mie domande: 1) la terapia "classica" con levotiroxina può essere sostituita o affiancata con myo-inoisitolo/selenio? Esiste un interessante articolo del Prof. Maurizio Nordio.
2) Ci sono buone speranze che la fertilità migliori in seguito alla precedente terapia? Grazie per le eventuali risposte.

Risposta

Salve, innanzitutto bisogna indagare su tutte le cause. D'accordissimo sulla terapia integrativa con Myo inositolo, a prescindere dei singoli articoli di noi specialisti. La terapia "potrebbe" essere di aiuto. Valori di FSH Lh prolattina? Ha escluso varicocele? Volumetria testicolare?

TAG: Andrologia | Fertilità | Ghiandole e ormoni | Organi Sessuali | Salute maschile | Urologia