Buongiorno, sono una ragazza di 25 anni che all'inizio di questo anno ha sofferto di una forma di ipotiroidismo autoimmune (il medico di base non mi ha detto se fosse di Hashimoto o meno. TSH 4.7). Negli ultimi tempi ho avuto un drastico calo dell'umore, sviluppando ansia, attacchi di panico e depressione. Specifico che mi sono trasferita e ho iniziato la convivenza in una nuova città lontana dalla mia di provenienza, e ho cominciato un lavoro che non mi dà soddisfazione.Sto per riprendere la psicoterapia (ho fatto solo 3 incontri), nel frattempo sono andata dallo psichiatra che mi ha prescritto Cipralex e Xanax. Ho iniziato l'antidepressivo a Ferragosto, quindi 12 giorni fa, e non ho ancora avuto riscontri. So che solitamente ci vogliono 2-3 settimane, quindi non sto escludendo nulla per ora. Contestualmente è uscito fuori il discorso che avessi avuto questi problemi alla tiroide, quindi mi ha chiesto per sicurezza di rifare gli esami (ha ipotizzato potesse esserci l'ipotiroidite di Hashimoto di mezzo) ed è nuovamente venuto fuori che il TSH è alto (4.1-4.2, circa) e che c'è dell'ipotiroidismo. Il medico di base mi ha detto di iniziare a prendere Eutirox (25, dosazione bassa) che ho iniziato oggi, dal lunedì al sabato saltando la domenica, e mi ha detto di fare una visita dell'endocrinologo per valutare meglio la cosa.A giorni prenoterò una visita, ma intanto vorrei sapere se è possibile che effettivamente l'ipotiroidismo possa causarmi tutti questi problemi di ansia e depressione. So che le due cose possono essere legate, ma un valore relativamente "basso" di TSH (pur sempre sopra la soglia) può causare tutti questi problemi? E sopratutto come si capirà se la causa è solo o principalmente la tiroide o altre cose che ho affrontato? La mia paura è che iniziare l'Eutirox nel periodo in cui dovrebbe iniziare a funzionare il Cipralex possa confondere le cose. Inoltre, l'Eutirox potrebbe causare problemi con le altre due medicine? Grazie.