Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

16-02-2013

l'ecografia è dirimente per la diagnosi di gravidanza extrauterina

Salve,a seguito del trasferimento in utero di 2 embrioni di 8 cellule cadauno e di tipo A, avvenuto in data 23 gennaio 2013, nell'ambito del mio terzo protocollo icsi, mi sono sottoposta a successivi controlli dei livelli di beta hgc nel sangue che hanno dato i seguenti risultati:7 febbraio 2013, 15° giorno post transfer 51,711 febbraio 2013, 19° giorno post transfer 45,1213 febbraio 2013, 21° giorno post transfer 52,1815 febbraio 2013, 23°giorno post transfer 95,8I medici del centro presso il quale sono in cura mi hanno riferito (per telefono) che i valori di cui sopra sono sostanzialmente bassi, e che certamente si tratta di una gravidanza extrauterina.Faccio presente che il trattamento post transfer è consistito nell'assunzione di Crinone 8% dal giorno 23 febbraio 2013 (giorno del pick-up) fino al giorno 11 febbraio 2013 e che dal giorno 12febbraio 2013 al giorno 14 febbraio 2013 ho avuto alcune perdite di colore rosso.Le sarei infinitamente grata se poteste fornirmi un parere in merito agli esiti degli esami di cui sopra, in particolar modo riguardo alle probabilità che la gravidanza possa proseguire regolarmente, si traduca in aborto o si riveli di natura extrauterina.Un caro saluto.
Risposta di:
Dr. Saverio Sinopoli
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Risposta

A prescindere dal parere che io possa avere in merito, è doveroso da parte sua eseguire al più presto una ecografia trans-vaginale che le chiarirà senza ombra di dubbio la reale situazione della sua gravidanza, evolutiva, a rischio aborto e/o extrauterina.

Dott. Saverio Sinopoli - ginecologo - direttore centro di Medicina della Riproduzione Nausica

www.centrosterilitanausicaa.it

TAG: Ginecologia e ostetricia | Organi Sessuali | Salute femminile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!