Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

04-09-2012

L'epatite e trasmissione sessuale

Salve dottore, ho 33 anni nel 2006 volevo donare il sangue,facendomi li esami quelli del AVIS hanno scoperto che risultavo positivo al epatite b. Dal 2006 ad oggi faccio li esami del sangue ogni anno, il mio medico mi ha detto che sono un portatore sano, tutti i valori sin ad oggi sono normali. Da tre anni frequento una ragazza, abbiamo rapporti sessuali regolari (spesso senza preservativo), per la vergogna non li ho ancora detto niente,ma se lei rimane incinta e possibile che il virus viene trasmesso al bambino?
Risposta
Gentile Signore, in qualità di portatore lei potrebbe trasmettere il virus alla partner sessuale, si accerti che sia vaccinata per il virus B (il vaccino è obbligatorio dal 1991 e sono stati vaccinati tutti i nati in quell’anno e i bambini delle elementari). Per controllare le faccia fare i markers per l’HBV. Se lei infetta la sua compagna c’è il rischio che ella sviluppi un epatite acuta o cronica. Riguardo ad un eventuale bambino oggigiorno esistono delle procedure di immunizzazione passiva (immunoglobuline) che proteggono alla nascita i nati da madri HBsAg positive, tuttavia tale condizione deve essere nota. Se la sua compagna è negativa per tutti i marcatori dell’epatite B, le faccia fare il vaccino (Engerix B): è innocuo ed efficace, è risulterà in una immunità permanente, di modo che sarà poi impossibile infettare la sua compagna ed un eventuale figlio.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!