Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

25-10-2012

l'ipertensione arteriosa spesso richiede2-3- farmaci per il controllo.

Buonasera. Sono una donna di 62 anni: e, per quanto posso ricordase, sono ipertesa da sempre. Preciso che anche la nonna materna e mia mamma soffrivano di ipertensione: e mia mamma in particolare ne pagò le conseguenze con distacco della retina e grave compromissione cerebrale. Da diversi anni -dopo molti tentativi- la mia pressione sembrava essere abbastanza stabilizzata con la seguente terapia: Giant (20mg-5mg) al mattino e Lobivon della sera. Questa estate ho fatto i controlli e le analisi risultano sostanzialmente nella norma per la mia età; nulla di rilevante all'ecocardio, compatibile con la mia situazione di paziente ipertesa. Il mio problema è questo: da un paio di settimane, generalmente verso le 17 pomeridiane ma a volte anche nella tarda mattinata, sento come se il viso e le orecchie stessero prendendo fuoco. Non è una semplice sensazione, perchè allo specchio risulta visibilmente l'arrossamento. Il tutto accompagnato da un sibilo in entrambe le orecchie. La prima volta che il fenomeno si è presentato ho pensato di avere la febbre, perchè in effetti questi sintomi di calore e arrossamento potevano essere riconducibili ad un aumento della temperatura. Però non avevo febbre: quindi mi è sorto il sospetto che potesse trattarsi di un picco di ipertensione, ho fatto il controllo con il mio apparecchio digitale e in effetti i valori erano -se ben ricordo- 165/98. Da quel primo episodio, il fenomeno si ripresenta tutti i giorni: rossore al viso- calore- punta ipertensiva. La cosa strana è che, pur essendo ipertesa da sempre, non mi era mai successo che un inalzamento pressorio si collegasse a questo sintomo: perciò sono molto preoccupata. Ovviamente mi sono rivolta al medico di base, che mi segue da molti anni: non ha saputo dare spiegazioni relativamente a questo nuovo sintomo, ha aumentato il Giant a 40mg/10mg, e mi ha detto di assumere eventualmente una compressa di Captopril in occasione di queste "punte" pressorie. Stamattina ho assunto il Giant più potente, ma nulla è cambiato, e adesso sono qui che scrivo con le orecchie in fiamme e la pressione minima a 100. Perciò penso che tra un attimo assumerò il Captopril. Chiedo: 1) C'è una spiegazione possibile a questa novità che è insorta? Preciso che faccio sempre la stessa vita, la stessa dieta, lo stesso moto quotidiano: nessuna variabile nuova è insorta, che io sappia, a giustificare questo scompenso. 2) Il medico di base è stato molto rassicurante, ma non so: è meglio che mi rivolga a uno specialista? Grazie.
Risposta di:
Dr. Fernando De Luca
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare
Risposta

la sua situazione si identifica in una ipertensione arteriosa cronica resistente alla terapia in atto con 3 farmaci.cio' puo' avvenire e non e' raro. le cause sono diverse. Le consiglio di consultare un cardiologo di fiducia.Saluti.

TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!