28-07-2006

la malattia da GER si cura con mepral e un latte ispessito

Abbiamo un bimbo nato il 27/4 che alla nascita pesava 2,550 kg, allattato artificialmente. I primi tempi cresceva moltissimo nonostante di tanto in tanto vomitasse. Dall'inizio del mese di giugno ha iniziato a vomitare con una frequenza sempre più elevata, fino a che non ha avuto il rifiuto quasi totale del
biberon (sembra non avere mai fame!), tanto da rendere opportuno il ricovero in ospedale. E' stato dimesso con la diagnosi di "malattia da reflusso gastroesofageo" di livello importante con questa terapia:
PERIDON 1,5 MG 3 volte al giorno
MEPRAL 10 mg 1/4 di capsula 2 volte al giorno
POLILAT latte ispessito con crema di riso.
Non apprezzando grossi risultati da questa terapia ci siamo rivolti ad uno specialista rinomato della nostra zona, il quale ci ha fatto eliminare il Peridon (che all'ospedale gli avevano dato per permettere al bimbo di svuotare lo stomaco più facilmente), inoltre ci ha fatto aumentare il dosaggio del Mepral ad 1 capsula intera al giorno (unica somministrazione); come latte ci aveva dato inizialmente il Pelargon per poi tornare al Polilat (era stata una prova con cui lo specialista ci ha detto di aver valutato la probabile allergia (o intolleranza?) al latte). Ci rendiamo conto che un parere basato solo su questi indizi è alquanto arduo, ma ci basterebbe già solo sapere se concordate con la terapia dell'ospedale o con quella dello specialista. Siamo abbastanza confusi non sapendo a chi affidarci. Nel ringraziare, cordialmente Cinzia.
Risposta di:
Risposta
gent.le sig.ra è effettivanete difficile senza vedere il bambino darle un consiglio. comunque la malattia da reflusso gstroesofageo si cura con mepral in unica dose giornalera per 8 settimane e con un latte ispessito. Esiste la possibilità, anche se remota, che la malattia da reflusso gastroesofageo possa essere causata da una allergia alle proteine del latte vaccino e l'unico modo per scoprirlo è sostituire il latte con un latte privo di proteine del latte vaccino ( per esempio un latte di soia o un latte con proteine idrolisate) per 2-3 settimane e valutare la sintomatologia.
TAG: Bambini | Pediatria
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!