L’ESPERTO RISPONDE

La profilassi è importante se ci si reca in aree ad alto rischio

Buongiorno. Qual è la Profilassi antimalarica da seguire per la permanenza di 3 settimane in Kerala (India). Qual è la meno pesante dal momento che ho avuto l'Epatite B circa 20 anni fa ? GRAZIE
Risposta del medico

Per chi si reca in uno dei paesi considerato a rischio di malaria è certamente indicato un trattamento farmacologico di profilassi.L’assunzione dei farmaci va iniziata almeno un paio di giorni prima della partenza, deve continuare per tutto il periodo di permanenza (che non dovrebbe comunque superare i 28 giorni), e terminare una settimana dopo il rientro.In commercio sono disponibili diverse specialità adatte allo scopo: cito ad esempio... Continua meflochina cloridrato o atovaquone + proguanile. Pur non essendoci gravi controindicazioni all’uso di questi farmaci anche nel suo caso (in particolare per Malarone) il consiglio che mi sento di darle è comunque quello di consultare il suo medico, che valuterà eventuali interazioni con altri farmaci che sta già assumendo e le rilascerà la prescrizione necessaria per acquistare questo genere di medicinali in farmacia.La malaria, come ben noto, si contrae principalmente attraverso le punture di zanzara ed è importante ricordare che, per quanto questi farmaci siano efficaci agenti profilattici, è comunque importante minimizzare la possibilità di contagio evitando di essere punti da insetti e zanzare, che come noto, sono il veicolo di infezione principale. Non dimentichi, quindi, di mettere in valigia un buon repellente e curi l’abbigliamento, preferendo abiti a maniche e gambe lunghe, in particolare dopo il tramonto.Per ulteriori dubbi e chiarimenti nella nostra città esiste il servizio “Vacanze Tranquille” dell’A.O. “Cotugno” - Napoli che risponde al numero 081 5908424.

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
Rischio influenza per i pazienti con BPCO non vaccinati
Rischio influenza per i pazienti con BPCO non vaccinati
2 minuti
Gli italiani e il consumo di antibiotici
Gli italiani e il consumo di antibiotici
1 minuto
Primi caldi e trombosi: rischi e prevenzione
Primi caldi e trombosi: rischi e prevenzione
2 minuti
Svezzamento: quando cominciare e cosa fare
Svezzamento: quando cominciare e cosa fare
1 minuto
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Cardiologia e Farmacologia
Lecce (LE)
Specialista in Medicina interna e Gastroenterologia
Spinea (VE)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Psichiatria e Farmacologia
Casagiove (CE)
Specialista in Psichiatria e Farmacologia
Prov. di Milano
Specialista in Medicina interna e Farmacologia
Padova (PD)
Specialista in Farmacologia
Prov. di Napoli
Specialista in Farmacologia
Prov. di Milano