Buongiorno, dottore, vorrei un Suo parere sul mio caso (purtroppo non comune) di lesione legamentosa al ginocchio, che definirei complessa: durante una partita di pallacanestro, in marcatura, un amico è scivolato e mi è caduto addosso con tutto il suo peso: le risonsanze fatte parlano di trauma distrattivo del LCA e lesione parziale del LCP...degli... Leggi di più ortopedici consultati tutti tranne uno hanno confermato questo quadro clinico tracciato dalla RMN, un altro Suo collega invece mi ha fatto fare un'ulteriore esame, radiografico sotto stress, x valutare l'entità del cassetto posteriore, questi gli esiti (il ginocchio "azzoppato", cm si capisce dai valori è il sinistro):disassam gin. dx a riposo 1,16; sotto stress 1,28disassam.gin sx a riposo: 1,43; sotto stress 1,94dunque una differenza di cassetto di 7 mm scarsi tra il gin sano e quello traumatizzato...in base a questo mi ha detto che secondo lui è rotto completamente e mi ha proposto come "obbligatoria" la ricostruzione almeno del posteriore x nn aver pèroblemi artrosici in futuro...gli altri invece mi hanno detto che se nn entro piu in un campo da basket o calcio o altri sport di contatto, x una vita quotidiana, posso anche tenermi il ginocchio cosi...a me nn dà eccessivi problemi in effetti, ma non capisco se, in una eventuale operazione, la lettertura ortopedica contempla anche i casi di ricostrtuszione combinata LCA e LCP...Lei si è mai trovato casi del genere? e cm li ha affrontati?Glielo chiedo perchè ne ho sentite di cotte e di crude: chi mi opererebbe solo l'LCA sopperendo alla lassità del LCP cion un rinforzo muscolare. chi mi ricostruirebbe uno dei due in modo autologo e un altro da cadavere (con rischi seppur bassi di rigetto e "importazione" malattie dal donante).chi ancora propenderebbe per un trapianto completamente autologo dalla stessa gamba e d quella controlaterale...chi x un trapianto completo del posteriore he sta messo peggio, piu uin rinforzo sintetico x l'anteriore (dato che si attaccherebbe a fibre rimaste, la sua colonizzazione di tessuto sinoviale sarebbe motlo piu facile) e chi infine propende x un autologo solo dalal gamba sinistra: ovvero rotuleo + gracile e semitendinoso...a me quest'ultima sembrerebeb la soluzione piu allettante (x nn incorrere nei tendini da banca, punto interrogativo, nei sintetici che posson sempre dare infiammazioni e x nn "rompere le scatole" alla gamba sana col prelievo del tendine controlaterale...almen o quelal vorrei lasciarla com'è!!)ma allo tesso empo rischiosa.... non c'è il rischio di smontare meza gamba? inoltre la fisioterapia post operatoria come dovebbe procedere? di solito chi si opera di rotuleo fa riposare l'apaprato estensore e si concentra sui flessori, viceversa x chi si opera con gli hamstrings, io so questo: ma sevengono prelevati entrambi che si fa? x rimetersi in piedi almeno a camminare i tempi si allungano di molto?ChiedendoLe susa x la prolissità (cm vede le domande e i dubi che mi attanagkliano son tanti) La ringrazio x il servizio che offre e La saluto affettuosamente.Andrea