16-06-2017

La ritenzione idrica può dipendere dall'insufficienza mitralica?

Gentile Dottore, sono una ragazza di 25 anni e lo scorso anno a settembre, in seguito ad una visita cardiologica, mi è stato diagnosticato un lieve rigurgito mitralico e un soffio al cuore. Molto probabilmente questo può non compromettere la mia vita, sottoponendomi a controlli annuali di prevenzione, ma attualmente sto seguendo un regime alimentare equilibrato associato ad attività fisica regolare, poiché sono in sovrappeso di una decina di kg. Ho ritenzione idrica a livello delle cosce e vorrei gentilmente sapere se questo può dipendere da questa insufficienza mitralica ed inoltre, se posso utilizzare dei drenanti in concentrato o in tisana a base di estratti fitoterapici come tarassaco, tè verde, tè di giava e pilosella. Grazie in anticipo. Cordiali saluti.

Risposta di:
Prof. Luigi Iorio
Specialista in Cardiologia e Medicina interna
Risposta

Gentile sig.na quella che definisce una ritenzione idrica a livello delle cosce, non è da attribuire al lieve rigurgido mitralico. Con tutta probabilità è dovuto ad un drenaggio linfatico insufficiente. Per risolvere questo problema si rivolga ad un angiologo che sicuramente l'aiuterà a risolvere questo problema. Continui con l'attività fisica e con la dieta. Auguri prof Luigi Iorio

TAG: Apparato circolatorio | Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare | Malattie della circolazione