14-10-2012

la RM dice poco, le analisi invece...

Salve ho 38 anni e a seguito di dolori sempre piu' incalzanti negli ultimi anni ho deciso di fare una tac rachide cervicale e lombare con la seguente diagnosi.Alterazione degenerativa somatica nel tratto distale con contatto midollare,e protusione del disco intervertebrale ,compreso fra l5 s1 con impronta sul sacco durale.premetto che ho fatto anche analisi del sangue,dove ves ,tas ,sono altissimi, fattore reumatoide negativo,e igm positive e alte.vorrei sapere se eventualmente la sindrome di guillain barre' o la sclerosi multipla in fase iniziale potrebbe avermi causato cio' che ho riportato nella diagnosi.premettendo ancora che non mi sento bene. confido in una risposta ,cordiali saluti.
Risposta

Lasci stare la colonna, che (a parte quel rilievo di "contatto midollare" che non ho capito dov'è precisamente) non mi sembra molto compromessa. Invece VES, TAS e IGM (quali?) indicano uno stato infiammatorio generale che sicuramente ha a che fare con un dolore cronico diffuso. Reumatologo.

Saluti

TAG: Malattie neurologiche | Neurologia