15-05-2006

Mia madre sempre stata ipotesa. da 5 anni invece

Mia madre sempre stata ipotesa. da 5 anni invece ha la pressione alta, con sbalzi, anche se non frequenti. è molto ricettiva ai farmaci (servono dosi minine) e per trovare quello che attualmente usa, ne ha cambiati molti. usa il norvasc 5 mg, 1 alla mattina e talvolta 1/2 la sera. il problema è che, se la pressione si abbassa troppo, lei avverte artimie cardiache e senso di oppressione al petto. tranne un caso, ha sempre assunto calcio-antagonisti. ora il suo medico le ha detto di sostituire il norvasc con una compressa, la mattina, di isoptin press 120 mg. ma lei è preoccupata perchè ha letto che ha gli stessi effetti indesiderati che ora avverte assumendo il norvasc. il medico sostiene che l'isoptin "copre" anche le aritmie. non so proprio che fare: se darle l'isoptin (magari mezza la mattina e mezza la sera) o rimanere col norvasc (ma anche con le aritmie e gli sbalzi di pressione). per l'ansia prende 5-7 gocce di lexotan, ma non è un'abitudine. il nifedicor glielo hanno proibito (almeno in via sbu-linguale). grazie.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Segua quanto suggeritole dal Curante, che ha ragione. Non usi il Nifedicor.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato respiratorio | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!