21-01-2004

La storia del mio problema comincia circa 2 anni

La storia del mio problema comincia circa 2 anni fa. A causa di un intervento alla mandibola in anestesia totale ho smesso di assumere la pillola, harmonet, ma oltre a quella avevo già assunto ginoden senza alcun problema. Al momento di riniziare ho chiesto al mio medico di famiglia di poter assumere minesse perché più leggera e da lì sono iniziati i problemi. L'ho assunta per circa 3 mesi avedo perdite continue, da lì mi sono convinta a fare una visita ginecologica (fino ad allora mai fatta) ed è risultato tutto regolare, compreso il pap test. Sotto consiglio della ginecologa ho cambiato pillola ritornando ad harmonet, ma non ho risolto. Dopo un po' ho preso ginoden, ma niente nemmeno con quella. Poi mercilon, poi triminulet, poi dopo una pausa ginoden di nuovo. Niente. Nel frattempo ho rifatto visita ginecologica, eco e pap test. L'unica cosa una vaginite, credo l'abbia chiamata così, che mi comportava perdite viscose e abbondanti trasparenti o giallastre. Curata con ovuli, ma a mio avviso non del tutto risolta visto che ancora oggi ho perdite di quel tipo. Inoltre esami ormonali e da lì è risultata una carenza di Progesterone. Sotto prescrizione della ginecologa sto facendo una cura con dufaston dal 16° al 25° giorno anche se è difficile determinare l'inizio del ciclo perché ho perdite prima e dopo. Quindi il problema non è risolto nemmeno con questa cura. Le perdite cominciano 2 o 3 giorni prima di finire dufaston e le mestruazioni mi durano 10-15 gg. Mi capita in tutto di rimanere una settimana al massimo senza perdite, ma non è nemmeno detto che sia sempre così! Le perdite variano dal marron scuro a vere e proprie perdite di Sangue o anche perdite trasparenti velate di rosso. In genere queste, intermestruali, capitano al momeno di urinare o quando vado di corpo. Inoltre i pochi rapporti che ho avuto (vista la situazione) sono risultati dolorosi, per non parlare del Dolore che ho provato durante l'ultimo pap test! In ballo ho ancora Diane da provare (con la fine di questo mese finisco la cura di 3 mesi con dufaston) e non so se fare anche questo tentativo. Consultandomi anche con una zia infermiera mi è stato detto di provare anche a cambiare ginecologa, visto che dopo due anni sono ancora al punto di partenza e i nervi cominciano davvero a cedere visto quello che mi comporta anche a livello psicologico il fatto di non essere mai "in ordine".
Credo di aver detto tutto.
Grazie
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Gentile signora, credo che sia importante inquadrare bene il suo problema. Potrebbe per esempio rivolgersi ad un Centro che si occupi in modo particolare di ginecologia endocrinologica. Si rivolga al suo medico curante per farsi indicare il centro di riferimento della sua zona.
TAG: Ginecologia e ostetricia | Organi Sessuali | Salute femminile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!