Egregi dottori, grazie per lo spazio e il tempo concessomi. Io ho 31 anni in ottima salute, lei ne ha una decina più di me e anche lei è in ottima salute. Abbiamo una relazione a distanza e quando ci incontriamo facciamo sesso per periodi prolungati anche lunghi, più di un giorno senza uscire di casa, dico questo per spiegare meglio il problema, lei prende la pillola e io effettuo il coito all'interno della sua vagina. Venerdì scorso durante il coito e immediatamente dopo durante l'estrazione del pene abbiamo sentito un fortissimo odore come di pescato, di pesce... Abbiamo controllato e non è il mio seme a fare questo odore ma le secrezioni della sua vagina. Considerando che con le nostre abitudini il seme si accumula dentro di lei io credo questo odore sia dovuto dalla presenza dello stesso nei suoi condotti, e ho trovato conferme sul web di quanto dico in particolare per variazioni di pH. Aspettando la visita ginecologica (e eventuali esami) lei è molto preoccupata e io di conseguenza, per questo mi rivolgo a voi chiedendo un parere. Vi ringrazio tanto in anticipo carissimi saluti