Buongiorno Dottori! Sono a chiederVi un parere poiché vorrei togliermi un dubbio e relative paure. Ho eseguito, sotto richiesta del mio medico curante, una UROTC con contrasto poiché si sospettava una ostruzione dell'uretere SX causato da calcolosi (a seguito di 2 anni di coliche). Dalla tac è emersa la presenza di un calcolo di circa 1 cm bloccato... Leggi di più in zona uretere distale ma senza infiammazioni o lesioni o nefrolitiasi del rene SX. Dalla tac, risulta che il calcolo sia bloccato a pochi cm dall'ingresso in vescica. Il medico curante mi ha attualmente prescritto una terapia medica espulsiva basata sull'assunzione 1 volta al giorno di Omnic compresse e di assunzione di 2 o più litri di acqua Fiuggi durante la giornata.Per facilitare la discesa mi ha anche detto di fare esercizi espulsivi (saltelli sulla punta dei piedi, sbattendo leggermente i talloni dei piedi al suolo per facilitare la discesa del calcolo). Secondo il mio medico, qualora entro 30/40 gg non dovesse uscire da sola la pietra, occorrerà ricorrere chirurgicamente poiché ritiene che la ESWL non sia efficace poiché, nonostante si possa distruggere con le onde d'urto, essa resterebbe un unico agglomerato solo perché si trova in uretere. Secondo voi sarebbe tentabile un approccio di bombardamento o devo rassergnarmi a e farmi operare? Saluti e grazie per il Vostro tempo.