Salve, nel periodo dal 2 al 7 gennaio ho avuto una serie di coliche al rene destro molto dolorose. L'urologo al telefono mi ha detto che avrei dovuto fare un ecografia. Dall'ecografia è risultato: "Reni in sede, di normali dimensioni; normale lo spessore parenchimale. Dilatazione della pelvi a destra (DAP bacinetto renale circa 17 mm)" In seguito a ciò mi ha consigliato una tac senza mezzo di contrasto e il risultato è stato: "Reni sede, normali per forma e dimensioni senza segni da stasi urinaria; paracentrimetrica calcificazione a livello iliaco-otturatorio di destra, di dubbia pertinenza dell'uretere che peraltro appare mal distinguibile dalle altre strutture anatomiche."Adesso mi ha prescritto una URO-TAC ovvero con mezzo di contrasto, e nel caso successivamente un bombardamento tramite laser. Ora, siccome sono un soggetto allergico vorrei domandare: dal momento che è quasi sicuro che il calcolo si trovi nell'uretere, è proprio necessaria l'URO-TAC? Non esistono altri strumenti diagnostici? Non si può frammentare il calcolo senza questa previa procedura? Al momento assumo Lithos, Uriston e Renalìt Combicolic. Grazie anticipate, cordialità