Ho subito mastectomia sn. nel '96 per ca mammario di 2 cm con recettori cellulari positivi agli ormoni. Sottoposta a chemio M.C.F. per positività dei linfonodi ascellari: 4 su 24. E' seguito trattamento ormonale con tamoxifene. Nel '98 evidenziazione di Metastasi vertebrali (D2,L4) per cui viene sospeso il Tamoxifene e sostituito con Femara e... Leggi di più aggiunta di Aredia. Nel gennaio 2003 c'è una riduzione delle precedenti metastasi, ma per la comparsa di lesione in D8 vengo trattata con Aromasi e Zometa. Nel frattempo da circa due anni ho avuto innalzamento in crescendo del CA 15,3. Ai controlli del mese scorso il ca 15,3 è stato di 154 e per la prima volta si è innalzato anche il CEA (21). Sempre nel mese scorso ad un controllo eco addome, che era stato sempre negativo fino a circa sei mesi fa, si è evidenziato: "fegato con struttura modestamente addensata e presenza di formazioni nodulari di 14mm nel IIIsegmento, di 21 e 14 e 13 mm nel VII, di 8mm nel V e di 11mm nel VI. Non patologia pelvica". L'oncologo ha detto di interrompere l'aromasi perchè ormai il tumore ha perso la recettività a tale Terapia e mi ha prescritto cicli di chemioterapia con epirubicina e taxolo. Nell'attuale ha escluso la terapia chirurgica. Vorrei un vostro parere riguardo all'iter terapeutico e se possibile prognostico di tale quadro tumorale. Grazie