31-03-2008

Mi chiamo marco ed ho 25 anni e vi scrivo da

mi chiamo marco ed ho 25 anni e vi scrivo da Arezzo. ammetto di essere un pò ipocondriaco, però dopo un pò mi passa la paura peròquesta domanda che devo farvi è importante per me: il mio ragazzo (sono gay) và spesso in moto nelle strade non asfaltate. dovevamo andare a fare gli asparagi e mi ha fatto vedere il percorso che fa spesse volte. in un tragitto c'era una busta tutta sporca di rosso attaccata all'altezza della nostra testa e io l'ho quasi sfiorata mentre il mio ragazzo sono sicura l'abbia toccata con la testa e non solo quella volta in cui ero presente io, ma tutte le altre volte che và solo e senza casco. sono sicuro sia sangue tutto quel rosso, spero sia sangue animale altrimenti se fosse di una persona credo che sarebbe morta dissanguata ma non lo sò, non ho avuto il coraggio di avvicinarmi e vedere cosa era. sono preoccupato ma non voglio trasferire le mie paure su di lui che è tranquillissimo. se l'avesse toccato inavvertitamente con le mani o con la testa anche quando tempo fa si era fatto una bella ferita sia sulle mani che in testa che si era procurato cadendo dalla moto, potrebbe prendere l'epatite c se tutto quel sangue fosse umano e infetto? Io non voglio dirgli niente perchè sà della mia paura delle malattie e mi sentirei troppo in imbarazzo a dirgli della mia preoccupazione. ho un'altra piccola domanda (ma se non volete rispondermi è uguale, vorrei che rispondiate soprattutto a quella che vi ho fatto sul mio ragazzo perchè mi preoccupa tanto): nel mentre coglievo gli asparagi non mi sono accorto che sopra di me c'era una pianta tutta piena di spine e quando mi sono tirato su, mi sono piantato le spine di questa pianta e infatti ho ancora la crosta in testa. c'erano asparagi già colti quindi significa che qualcuno c'era passato prima di me e su un ramo di questa pianta c'era una macchia rossa ma non sò se si trattava del mio sangue o se quel ramo fosse già sporco del sangue della persona che aveva colto l'asparagio. piantandomi quelle spine e facendomi così male alla testa, se anche quella persona (che a giudicare da quanto era cresciuto l'asparagio era venuto o lo stesso giorno o al massimo il giorno prima)si era fatto male e quel sangue fosse stato il suo, e se fosse stato malato di epatite c potrei essere stato contagiato? scusate tanto tanto il mio sfogo, vorrei una risposta chiara che mi porti via tutti questi dubbi dalla mia testa malata. grazie
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Quello che riporta come possibile elemento di rischio di contagio per il suo ragazzo non lo riteniamo tale, può pertanto tranquillizzarsi e tranquillizzarlo. Così pure l’evento che la riguarda direttamente non è tale da configurare un rischio di contagio per epatite C.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna