mi è stato diagnosticato il fenomeno di raynaud. Ho letto da qualche parte che non essendoci farmaci che risolvano il problema, un utile esercizio per la circolazione è quello di immergere le mani ( ovvero gli arti che sono oggetto della mia malattia) prima in acqua calde e subito dopo in quella gelida. In tal modo si attivirebbe maggiormente la circolazione. Domando se una pratica di tal genere è valida e senza controindicazioni o al contrario provocherebbe maggiore alterazione alla circolazione o altri inconvenienti.grazie Carlo