Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

05-12-2012

Mi è stato diagnosticato il fenomeno di raynaud.

mi è stato diagnosticato il fenomeno di raynaud. Ho letto da qualche parte che non essendoci farmaci che risolvano il problema, un utile esercizio per la circolazione è quello di immergere le mani ( ovvero gli arti che sono oggetto della mia malattia) prima in acqua calde e subito dopo in quella gelida. In tal modo si attivirebbe maggiormente la circolazione. Domando se una pratica di tal genere è valida e senza controindicazioni o al contrario provocherebbe maggiore alterazione alla circolazione o altri inconvenienti.grazie Carlo
Risposta di:
Dr. Claudio Rosco
Specialista in Anestesia e rianimazione
Risposta

Gentile Signora, come saprà tale fenomeno è solo una sregolazione termica di un fenomeno fisiologico che in condizioni normali si manifesta a temperature molto più basse di quelle a cui si presenta a Lei e ad altri pazienti. E' vero che non esistono farmaci specifici per questa patologia, ma è altrettanto vero che numerosi farmaci usati da soli, o in combinazione da subordinare alla risposta clinica del paziente, attenuano o aboliscono il fenomeno. Le consiglio di rivolgersi ad un centro ospedaliero di Angiologia o ad un Angiologo esperto, per trovare una risposta farmacologica più mirata al suo problema. La terapia fisica con acqua tiepida e fredda si faceva quando non si conosceva ancora la terapia farmacologica e comunque non si può portare al seguito due secchielli con acqua tiepida e fredda. La terapia farmacologica le assicura una costante protezione dal fenomeno o una notevolissima attenuazione dello stesso.

Cordiali saluti

TAG: Apparato circolatorio | Chirurgia | Chirurgia vascolare | Malattie della circolazione
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!