Effluvio e defluvio: perché cadono i capelli?

effluvio e defluvio perche cadono i capelli

L'effluvio, la comune perdita di capelli

La caduta dei capelli costituisce spesso l'unico vero sintomo di calvizie incipiente. D'altra parte quanto più questa è vistosa tanto meno corrisponde, nella quasi totalità dei casi, ad un reale pericolo di calvizie. La caduta di alcune centinaia, talvolta migliaia, di capelli al giorno definisce il fenomeno dell'effluvio, evento impressionante, spesso fonte di ansia e disperazione, ma generalmente benigno, autolimitato, reversibile, senza mai vera involuzione del pelo verso il vellus o perdita dell'annesso cutaneo per atrofia del follicolo.

Nell'effluvio non c'è quindi una vera perdita di capelli. L'effluvio è comunissimo, tanto che possiamo affermare che non esiste persona che non lo abbia sperimentato almeno una volta nella vita, e la sua benignità rende ragione dell'efficacia di tante "cure" empiriche e irrazionali. Nonostante le cure, quasi sempre l'effluvio si arresterà e regredirà spontaneamente con soddisfazione di tutti: paziente e terapeuta.

Effluvio in telogen ed effluvio in anagen

Distinguiamo un effluvio in telogen (telogen effluvium) ed un effluvio in anagen (anagen effluvium).

Il telogen effluvio è un fatto acuto che segue un episodio emotivamente importante. È caratterizzato dalla caduta in telogen di centinaia e talvolta migliaia di capelli al giorno. All'esame microscopico si potrà osservare che si tratta quasi esclusivamente di capelli in fase telogen, perfettamente formati (terminali) e senza segni di involuzione (non vellus): "telogen maturi".
Generalmente a causare un telogen effluvio acuto è un evento "stressante", forte e di breve durata, che colpisce i capelli nella sottofase anagen 6°. L'evento può colpire un numero altissimo di capelli, fino all'85%. Successivamente la caduta di capelli si arresta spontaneamente e i capelli ricrescono.

La conta dei capelli caduti (Wash test) raggiunge i 600 - 1000 capelli ed oltre. Infilando le dita fra i capelli del paziente e tirando delicatamente (Pull test) si possono contare talvolta centinaia di capelli che rimangono fra le dita. L'unico trattamento razionale del telogen effluvio acuto è quello di allontanare la causa che lo ha provocato, ma spesso si rende necessario fornire al paziente preoccupato una qualsiasi "terapia" che dimostrerà "l'interessamento" del medico e farà trascorrere il tempo necessario affinché l'effluvio si risolva spontaneamente.

Sono cause comuni di telogen effluvio acuto:

  • stress acuti fisici o psicologici;
  • interventi chirurgici;
  • parto e allattamento;
  • malattie febbrili;
  • avvelenamenti;
  • emorragie;
  • lutti.

Nel telogen effluvio cronico il paziente, più spesso una donna, lamenta da mesi o da anni una rilevante caduta di capelli senza variazioni stagionali e la causa dovrà essere ricercata in un evento perturbante del ciclo pilare ad andamento cronico, spesso senza tendenza alla risoluzione spontanea. Malattie infettive croniche, collagenopatie, stati carenziali, disturbi endocrini, situazioni nevrotiche o depressive, uso o abuso cronico di farmaci sono tutte cause possibili di telogen effluvio cronico e vanno ricercate.

Cause comuni di telogen effluvio cronico:

  • malattie sistemiche croniche (infettive metaboliche o neoplasiche);
  • donazioni di sangue frequenti;
  • gravi malattie psichiche;
  • uso cronico di farmaci (retinoidi, interferon, allopurinolo, anticonvulsivanti, antitiroidei, betabloccanti, eparina, litio,dicumarolici, vitamina A, certi contraccettivi orali).

Quando l'evento stressante che colpisce la fase anagen 6° è di intensità tale da non permettere al capello di "rifugiarsi" in telogen, questo cade in anagen. Si tratta di un effluvio di molte centinaia o migliaia di capelli al giorno che si manifesta dopo pochi giorni dall'evento che lo ha provocato. Sono naturalmente frequenti anche forme di passaggio fra effluvio in telogen ed effluvio in anagen, quando lo squilibrio metabolico che colpisce il capello non è sufficientemente forte da far cadere tutti gli anagen ma permette ad una parte di questi di arrivare al telogen. L'esempio clinico di gran lunga più importante di anagen effluvio è l'Alopecia areata. Anche l'anagen effluvium è, il più delle volte, ad andamento benigno e spontaneamente reversibile e il trattamento di scelta consiste ancora nell'allontanamento della causa scatenante, quando questo è possibile.

Sono cause comuni di anagen effluvio:

  • alopecia areata;
  • chemioterapia antineoplastica;
  • radiazioni ionizzanti;
  • forti rialzi termici;
  • dieta aproteica;
  • avvelenamenti;
  • farmaci (arsenico, bismuto, colchicina, tallio, citostatici etc.).

Il defluvio

Il defluvio è una caduta di capelli, per lo più di entità modesta ma definitiva per la progressiva involuzione del capello verso il pelo vellus o per la perdita progressiva del Follicolo per sclerosi o atrofia. Nel defluvio i capelli che cadono vanno pertanto in gran parte perduti. Per defluvio in telogen intendiamo una caduta di capelli in telogen, per lo più di intensità modesta, ma con le caratteristiche tipiche del capello in involuzione.
Il defluvio in telogen si identifica praticamente con il defluvio androgenetico. Nel defluvio in telogen la conta dei capelli caduti non supera il numero di 100. Con il pull test si ottengono, di solito solo due o tre capelli. A causa di un anagen di breve durata, una percentuale variabile fra il 10 e il 60% dei capelli caduti sono corti, appaiono poi sottili e con bulbi di diametro ridotto e sono allocati più superficialmente nel derma rispetto ai capelli con sviluppo "normale". Questi capelli presentano cioè caratteristiche intermedie fra il pelo terminale e il pelo vellus. Sono pertanto da considerarsi capelli in involuzione ad anagen breve: "telogen prematuri" che cadono prematuramente, piccoli ed involuti dopo un anagen di breve durata e sono patognomonici di questa forma. Il follicolo rimane a lungo istologicamente presente, anche se sempre meno profondo e con un capello sempre più involuto, solo tardivamente va in ialinosi e l'alopecia che ne consegue tende pian piano ad assomigliare ad una forma cicatriziali con perdita degli annessi.

Sono cause di defluvio in telogen maschile:

  • alopecia frontoparietale maschile;
  • alopecia androgenetica.

Sono cause di defluvio in telogen femminile:

  • alopecia androgenetica ereditaria;
  • alopecia androgenetica postmenopausale;
  • alopecia androgenetica da deficit enzimatico surrenalico;
  • alopecia androgenetica da tumore secernente androgeni;
  • alopecia androgenetica da ovaio policistico;
  • alopecia androgenetica da iperprolattinemia;
  • alopecia androgenetica da anoressia nervosa.

Per defluvio in anagen intendiamo una caduta di capelli in anagen dovuta a perdita progressiva del follicolo. Si ha come conseguenza di vari processi patologici che comportano comunque tutti la distruzione finale del follicolo pilifero. Spesso il capello cade portando con sé quel che resta della guaina follicolare interna per una perdita di coesione fra questa e la guaina esterna. Ricordiamo fra le forme più comuni il lupus eritematoso discoide, il lichen alopecizzante, la Follicolite decalvante, la pseudoarea di Brocq.

Sono considerate cause comuni di defluvio in anagen:

  • alopecia del lichen planus;
  • alopecia del LED e nel LES (cicatriziale);
  • alopecia della sclerodermia;
  • alopecia della follicolite decalcante;
  • alopecia della pseudoarea di Brocq;
  • alopecia (cicatriziale) da radiazioni;
  • alopecia della tricomalacia.

Per approfondire guarda anche: “Perdita di capelli”

Leggi anche:
Come usare l'Olio di Argan per beneficiare delle sue proprietà su pelle e capelli
18/07/2018
06/02/2007
TAG: Autunno | Benessere psicofisico | Capelli e peli | Chirurgia | Dermatologia e venereologia | Pelle | Tricologia