09-04-2008

Mia madre (87 anni) e mio fratello (49 anni) sono

mia madre (87 anni) e mio fratello (49 anni) sono cardiopatici; mia madre ha inserito 5 by-pass a circa 80 anni, mio fratello gli spencer. Io ho 60 anni e nessun problema particolare; ma in occasione di controlli per altri motivi, ho eseguito una risonanza magnetica alla parte posteriore del cranio. Sì è così evidenziato un leggero episodio a carico del cuore, avvenuto chissà quando e passato inosservato. Il medico mi ha prescritto la cardioaspirina, considerati i precedenti familiari. Il cardiologo, al quale mi sono rivolta per un consiglio, mi ha suggerito un altro farmaco, di cui non ricordo il nome. Trattandosi di un consulto informale (il cardiologo è un amico), non ho la prescrizione e così non ho ancora avviato alcuna terapia e sono un pò perplessa. Accollarmi la cardioaspirina per tutta la vita non mi entusiasma. Sono alta 1,62, peso 55 kg, per quanto possibile faccio attività sportiva (trekking, montagna). Grazie
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
La cardioaspirina assunta a stomaco pieno, magari in associazione ad un gastroprotettore può solo avere effetti benefici in termine di prevenzione cardiovascolare.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare