Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

20-09-2006

Mia madre, con epatite cronica b con conseguente

mia madre, con epatite cronica B con conseguente cirrosi, dopo un anno di terapia con Lamivudina ha ottenuto un buon recupero con Meld 10, e il virus a 80 u.i. Oggi il virus Hbv-dna e' improvvisamente salito a 6.000 u.i., dobbiamo iniziare terapia con Adefovir e vorrei chiedere: dall'inizio dell'assunzione dopo quanto tempo si ha l'effetto sul virus? inoltre, possono comparire altre resistenze? ed in qual caso ci sono farmaci adeguati? Attualmente le trasmaminasi sono normali, quest'ultimo incremento di virus puo' dare un danno importante al fegato? grazie infinite.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
L’effetto favorevole dell’Adefovir solitamente si verifica in breve tempo. Già dopo un mese di terapia si può verificarela scomparsa o la notevole riduzione dei livelli di carica virale. La normalità dei valori delle aminotransferasi induce a ritenere che la situazione attuale non sia in grado di determinare un uletriore danno al fegato.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!