mia madre di 68 anni ha una cirrosi epatica criptogenetica in classe C di child, inoltre è diabetica, monorene e soffre di cistiti e candidosi ricorrenti, da qualche settimana sono comparse agli arti delle petecchie emorragiche, i medici dicono che si tratta di una reazione autoimmunitaria in quanto presenta i valori di IgM, IgA e fattore... Leggi di più reumatoide alterati mentre i valori di piastrine e tempi di protrombina sono nei limiti.da allora viene curata con deltacortene 25 mg, inizialmente prendeva una compessa ma ora ne prende mezza. inizialmente oltre alle petecchie presentava solo i sintomi classici di una cirrotica abbastanza compensata, ma dopo una settimana di trattamento , l'astenia è aumentata, è entrata in enceflopatia con collassi simili al coma epatico, tremolini alle mani, aumento dei globuli bianchi e peggioramento dei valori renali. I medici epatologi mi dicono che il cortisone è indispensabile poichè il meccanismo che ha azionato le petecchie agli arti, potrebbe coinvolgere gli altri organi, il nefrologo invece consiglia la sospenzione del cortisone poichè mia madre ha un solo rene che funziona maluccio.mia madre è ricoverata da più di venti giorni, le petecchie sono diminuite , ma le sue condizioni generali mi preoccupano.Avrei bisogno di un vostro parere, ve ne sarei immensamente grata.