02-02-2006

Mio padre, 69 anni, fino a pochi giorni fa

Mio padre, 69 anni, fino a pochi giorni fa sanissimo (all'apparenza), sportivo ecc, ha scoperto di essere affetto da Stenosi aortica severa, dovuta a reumatismi giovanili. Si è deciso, con il cardiologo, di intervenire chirurgicamente: quali sono i rischi dell'intervento, e quali i tempi di riabilitazione? Cosa si fa in Terapia riabilitativa? Grazie.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Oggi il rischio operatorio per una sostituzione valvolare aortica in un individuo sano è certamente basso, ma ritengo giusto che sia il Cardiochirurgo che voi sceglierete per eseguire l’intervento a darvelo in modo individualizzato dopo aver visto il paziente.
La riabilitazione dopo l’intervento consiste nell’assistere il paziente dopo l’intervento per quelli che possono essere i problemi connessi con l’immediato postoperatorio, iniziare una progressiva mobilizzazione fino a dare al paziente la maggior autonomia possibile, valutare la presenza o l’assenza di eventuali complicanze tardive e stabilire la terapia più adeguata necessaria per il futuro.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!