02-04-2004

Mio padre di 71 anni, due anni fa è stato operato

Mio padre di 71 anni, due anni fa è stato operato di adenocarcinoma prostatico (asportazione della prostata e Linfonodi vicini) e dopo ha fatto una cura di Enantone e casodex con la radioterapia. Dopo la Radio, il PSA era diminuito notevolmente poi e iniziato a salire ed ora e maggiore di 100. Con una Scintigrafia ossea totalbody si sono riscontrate delle Metastasi ed ora sta facendo delle siringhe endovena (finora 2) non ricordo di che medicinale. Purtroppo il PSA non accenna a diminuire... c'è speranza se non di guarirlo ma di mantenere ferme le metastasi il più a lungo possibile? per quanto tempo? In Italia qual è il centro più importante per questo tipo di male? Grazie infinitamente se mi rispondete.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Non è chiaro se suo padre è ancora in trattamento con Enantone e Casodex. In caso affermativo il primo trattamento è rappresentato dalla sospensione del Casodex con successiva rivalutazione del dosaggio del PSA dopo 4-6 settimane. In caso di mancato beneficio può essere preso in considerazione un trattamento chemioterapico in associazione all’Enantone che in ogni caso deve essere continuato. Può inoltre essere utile valutare la possibilità di eseguire un trattamento radiante sui segmenti scheletrici sede di metastasi particolarmente dolenti o un tartamento di radioterapia metabolica con Samario o Stronzio radioattivo. In ogni regione italiana vi sono centri qualificati per questa neoplasia.
TAG: Oncologia | Tumori
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!