Logo Paginemediche
L’ESPERTO RISPONDE

Nel 1988 mi sono sottoposto a trapianto di midollo

Nel 1988 mi sono sottoposto a trapianto di midollo offeseo. successive analisi hanno evidenziato positività al virus dell'Epatite B e C (probabilmente da Trasfusione). dal 2004 sto seguento trattamento con Lamivudina, Ribavirina, Peg-Intron. Da circa due mesi test HBCrna è riscultato negativo, mentre la viremia della Epatite B è in forte diminuzione. la mia domanda è quali precauzioni sul medio lungo termine possono può comportare l'assunzione di questi farmaci?
Risposta del medico
Dr. Fegato.com
Dr. Fegato.com
La lamivudina è un farmaco assai ben tollerato, anche a lungo termine. Tuttavia può comportare una comparsa di forme virali resistenti alla terapia stessa determinando un annullamento dell’efficacia della stessa. Invece l’interferone e la ribavirina pssono comportare problematiche a livello tiroideo, autoimmune, ed anemia o leuco-trombocitopenia. Pertanto tali aspetti vanno monitorati frequentemente.
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Gastroenterologia e Epatologia
Roma (RM)
Specialista in Gastroenterologia e Epatologia
Cagliari (CA)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Medicina interna e Gastroenterologia
Spinea (VE)
Specialista in Medicina interna e Gastroenterologia
Cagliari (CA)
Specialista in Epatologia e Medicina interna
Roma (RM)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Medicina interna e Epatologia
Siracusa (SR)
Specialista in Gastroenterologia e Epatologia
Napoli (NA)
Specialista in Gastroenterologia e Medicina interna
Pisa (PI)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Gastroenterologia e Epatologia
Crotone (KR)
Specialista in Gastroenterologia e Epatologia
Siena (SI)