NELL'AGOSTO 2003 AL MIO BAMBINO SONO STATI DIAGNOSTICATI 2 CALCOLI DELLA GRANDEZZA DI CIRCA 5 MM. CAD. ALLA CISTIFELLEA. E' STATO TRATTATO PER 6 MESI CON DEURSIL 150 (2 CAPSULE AL DI). OGNI 3 MESI Ecografia CHE CONFERMAVA LA Diagnosi PRECEDENTE. A SETTEMBRE 2004 IN SEGUITO A CONTINUI DOLORI ADDOMINALI GLI E' STATO SOMMINISTRATO X 28 GIORNI L'ANTRA CON UN DISCRETO MIGLIORAMENTO. A GENNAIO 2005 NUOVA ECOGRAFIA SONO STATI TROVATI 3 CALCOLI. ORA ABBIAMO RIPRESO LA CURA PER ALTRI 6 MESI CON IL DEURSIL 150. SE LA SITUAZIONE NON CAMBIA, PER AGOSTO E' PREVISTO L'INTERVENTO. QUALI POTREBBERO ESSERE LE CONSEGUENZE ALL'ASPORTAZIONE DELLA Cistifellea IN UN BAMBINO? E QUALI LE CAUSE CHE HANNO PROVOCATO LA FORMAZIONE DEI CALCOLI?.... SONO EREDITARI? (ESISTONO CASI DI CALCOLOSI IN ENTRAMBI I CEPPI FAMILIARI). RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE E PORGO DISTINTI SALUTI.