L’ESPERTO RISPONDE

neoformazioni vescica

Egr,dott mio marito di anni 60 ,circa 2 anni fa ha avuto all’improvviso macroematuria, siamo andati in ospedale dove qualche giorno dopo hanno fatto una cistoscopia e hanno trovato una piccolissima neoformazione. Il giorno successivo in epidurale con diatermocoagulazione , senza esame istologico, hanno bruciato questa neoformazione, scrivendo nel foglio di dimissione " neoplasia vescicale papilare trattata con diatermocoagulazione" . Da allora mio marito ha fatto ogni 3 mesi cistoscopia, sempre negativa, esame citologico risultato sempre dubbio, e urotac negativa tranne per la presenza di 2 linfonodi .A settembre ha fatto la terza urotac dove invece è risultato una stenosi al'uretere nella parte alta ,vicino al rene , e anche nelle scansioni tardive il m.d.c non è passato. Siamo andati dall’urologo per la cistoscopia ma vista la tac ha preferito ricoverarlo e fare una ureterenocistoscopia ma l’apparecchio non è passato sono arrivati a 5 cm dalla vescica,quindi ostruzione in basso, e hanno trovato un “muro” ,cosi hanno detto. Il giorno seguente in sala operatoria hanno messo uno stent di cm 25 da tenere 3 mesi. Dopo 3 mesi hanno tolto lo stent di 25 cm e ne hanno messo uno di cm 10. Quando abbiamo chiesto spiegazione ,del perchè della stenosi,hanno risposto che sicuramente era congenita, ho ribadito che aveva fatto prima di allora 4 urotac con m.d.c ma la stenosi non c’era. Queste risposte evasive non ci sono piaciute e siamo andati da in un altro urologo di un altro ospedale che ha detto che non poteva togliere lo stent subito perchè non sapeva perchè i colleghi l’ avessero messo ma l’avrebbe tolto dopo avere fatto un ureterocistoscopia tra 1 mese. Ieri hanno fatto l’ureterocistoscopia ,hanno tolto lo stent perchè l’uretere era libero ma alla vescica hanno trovato “neoformazione rilevata ed eritematosa di aspetto mammellonato del diametro di circa cm 1 in corrispondenza del fondo vescicale” che è stata recisa e mandata per esame istologico. Le chiedo gentilmente se mi potrebbe spiegare che cosa può essere questa nuova neoformazione se da quello descritto è secondo lei una formazione benigna o tumorale? Capisco che fare diagnosi a distanza non è facile ma sicuramente capirà di cosa si tratta. Secondo me da persona ignorante in medicina, la neoplasia bruciata senza esame istologico ha dato metastasi all’uretere che loro hanno tolto e messo lo stent senza dare spiegazioni ,visto l’errore fatto di bruciare una neoformazione senza prima fare una biopsia per l’esame istologico. Il curante dice che hanno sbgliato a bruciare la neoplasia senza esame istologico. La preoccupazione è grande anche per l'atteggiamento poco chiaro dei primi urologi .Volevo anche chiedere ,visto che a dicembre ha fatto la cistoscopia per mettere lo stent , come mai non si sono accorti di questa neoformazione ? può in2 mesi formarsi e diventare di cm 1? Aspettando l’esito dell’istologico sarebbe cosi gentile da darmi il suo parere?La ringrazio infinitamente

Risposta del medico
Specialista in Urologia e Andrologia

Buongiorno, personalmente quando riscontro una formazione vescicale la reseco completamente effettuando un esame istologico. Il paziente dovrà controllarsi con le cistoscopie perchè questo tipo di neoplasie tendono a recidivare. E' sempre importante considerare l'esame istologico definitivo perchè in base allo stadio ed al grado della neoplasia si scieglie la terapia da seguire.Non avendo effettuato personalmente la cistoscopia in Dicembre non le... Continua so dire se c'era o no!Cordiali salutiDanilo Patti.www.terapiaprostata.com

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
prolasso-utero-vaginale-qual-e-il-trattamento-indicato--
Prolasso utero-vaginale: qual è il trattamento indicato?
11 minuti
Terapie Dell'incontinenza Urinaria
1 minuto
Come si manifesta la cistite?
1 minuto
Pacemaker per il controllo dell’incontinenza
3 minuti
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Urologia
Roma (RM)
Specialista in Andrologia e Urologia
Prato (PO)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Andrologia e Urologia
Roma (RM)
Specialista in Chirurgia pediatrica e Urologia
Prov. di Reggio di Calabria
Specialista in Urologia e Andrologia
Cimitile (NA)
Specialista in Urologia e Chirurgia dell'apparato digerente
Roma (RM)
Specialista in Urologia e Allergologia e immunologia clinica
Montevarchi (AR)
Specialista in Urologia
Pellezzano (SA)
Specialista in Urologia e Andrologia
Palermo (PA)
Specialista in Urologia
Peschiera del Garda (VR)