21-03-2017

Nodo alla gola e salivazione aumentata

Buongiorno, vi pongo un quesito che da un po' di tempo mi preoccupa. Da circa metà novembre 2016 ho cominciato ad avere problemi alla gamba sinistra, dapprima un dolore forte alla natica sx, poi lo stesso dolore che si ripercuoteva per tutta la gamba, in seguito perdita di sensibilità e senso di addormentamento alla gamba stessa. Con terapie farmacologiche il dolore, nell'arco di un mese circa, è passato ma il senso di indolenzimento (seppur migliorato) mi attanaglia tuttora. Nel frattempo oltre a questo sintomo sono comparse fastidiose e frequenti fascicolazioni sempre a danno della gamba sx (anche queste diminuite ultimamente ma sempre presenti).

In ottobre ho fatto una RM lombo sacrale, che ha evidenziato una protusione discale circonferenziale in L5-S1, più accentuata in sede posteriore mediana. A questo avevo attribuito il tutto. Ad inizio anno sono comparsi altri sintomi, quali parestesie ai 4 arti, alla testa, alla faccia (sparite anch'esse) nodo alla gola, la salivazione apparentemente è aumentata, a volte trovo difficoltà a parlare con sensazione di mancanza di respiro. Ho quindi fatto una visita a febbraio da un neurochirurgo, il quale non ha riscontrato nulla di anormale ma vista la mia preoccupazione mi ha prescritto di fare una RM encefalo ed una ELETTROMIOGRAFIA le quali hanno dato entrambe esito negativo.
Effettivamente da quando ho fatto i due esami gran parte dei sintomi sopra descritti sono scomparsi. In particolar modo al momento oltre alla debolezza alla gamba sx, è rimasto il nodo in gola, la salivazione apparentemente aumentata, qualche fascicolazione e a volte difficoltà nel parlare. La salivazione di notte non mi crea problemi, alla mattina non noto fuoriuscita di saliva e quindi non credo di avere perdite in tal senso, il nodo di notte non lo sento. Faccio presente che da novembre 2016 ho ripreso da poco a giocare a calcio rimanendo piuttosto insicuro della gamba sx. Tutto ciò si può attribuire a stati d'ansia o devo avere paura di patologie ben più gravi quali SLA e SM? Ringrazio anticipatamente.

Risposta di:
Dr. Daniele Prosetti
Specialista in Neuroradiologia e Radiodiagnostica
Risposta

I sintomi alla gamba sinistra, regrediti dopo terapia, sono da attribuire a irritazione radicolare da procidenza discale; il resto pare attribuibile ad uno stato d'ansia, visto anche che da RM encefalo ed EMG non è emerso nulla.

TAG: Chirurgia | Malattie neurologiche | Neurochirurgia | Neurologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!