Ho 47 anni e mi è stata diagnosticata 3 anni fa una bicuspidia alla valvola aortica con calcificazioni estese (di grado severo), lievemente insufficente, inoltre un'ectasia aneurismatica dell'aorta ascendente (le dimensioni della dilatazione sono ancora sconosciute) All'ecocardio:ventricolo sx di normali dimensioni con ipertrofia concentrica e... Leggi di più funzione sistolica lievemente depressa (fe=45%). Cuspidi aortiche calcifiche con ridotta apertura del box aortico. Gradiente transvalvolare aortico massimo=58mmmHg, gradiente medio= 34mmHg, minimo rigurgito mitralico. ECG: fc 90/m Ritmo sinusale.Segni di ipertrofia e sovraccarico ventricolare sx. Coronarie indenni da stenosi significative. Sempre asintomatica ,(facevo sport regolarmente) ho avuto uno scompenso cardiaco(attualmente non presente) circa un mese fa e mi hanno consigliato, considerata l'eta', la sostituzione della valvola aortica con una meccanica. Considerando che la qualita' di vita sarebbe indubbiamente differente rispetto ad oggi a causa dell' assunzione a vita degli anticoagulanti ,vorrei sapere se 1)nel mio caso potrebbe essere indicato l'intervento di ross (autotrapianto da valvola polmonare), 2)perche' questo intervento viene riservato di norma a pazienti pediatrici,3)durata nel tempo delle valvole 4)quali i centri in Italia specializzati per interventi di questo genere e da ultimo 5) se , considerata la diagnosi, la lieve ipertensione (non trattata) il colesterolo (230)non trattato, potrei posticipare l'intervento di circa 5 mesi senza correre grossi rischi. Ringrazio anticipatamente per la cortese collaborazione.