26-07-2016

Orecchie ovattate: possibile rinite?

Buongiorno e grazie in anticipo per il consulto. Sono una ragazza di 27 anni. Tre mesi fa ho avuto febbre e bronchite curati con antibiotico (amoxi-clavulanico) e delcortene. In quella occasione mi si sono tappate le orecchie e nonostante l'utilizzo di mucolitici sia per os che per aerosol e lavaggi nasali non ho risolto il problema. Praticamente è da tre mesi che ho sensazione di ovattamento e quando deglutisco o muovo la mandibola sento come bollicine che scoppiano.

Ho fatto una visita dall'otorino con impedenzometria ed esame audimetrico nella norma. Un'altra visita pochi giorni fa da un altro otorino con rinoscopia, che ha dato esito di rinite vasomotoria e tonsillite cronica. Mi è stato quindi prescritto uno spray nasale a base di azelastina cloridrato e fluticasone propionato che faccio da quattro giorni. Purtroppo continuo ad avere questa fastidiosa sensazione che mi provoca continui mal di testa e stordimento.
Non so cos'altro fare, può davvero trattarsi di rinite? Forse ci vuole più tempo per ottenere dei risultati usando questo spray? In attesa di risposta vi ringrazio.
Risposta di:
Dr. Francesco Gedda
Specialista in Otorinolaringoiatria
Poichè sia l'esame audiometrico sia quello impedenzometrico sono risultati nella norma, l'ipotesi diagnostica è ragionevole.
Sicuramente quattro soli giorni di terapia sono troppo pochi per avere dei risultati. Un effetto benefico può comparire solo dopo diverse settimane di terapia.