15-03-2017

Ovaio policistico e perdita di peso

Gentili dottori, scrivo sperando che qualcuno possa aiutarmi o dirmi se può esserci una soluzione al mio problema. Sono una ragazza di 24 anni e "soffro", se così si può dire, di ovaio policistico, tra l'altro l'ho scoperto quasi un anno fa. Il mio ginecologo dopo tutti i vari esami mi ha prescritto la pillola anticoncezionale Sibilla dicendomi anche che avrebbe migliorato la mia acne in forma leggera ma in realtà è peggiorata tantissimo, infatti tra qualche settimana andrò da lui.
Premetto che in passato ho sempre mangiato bene, ho fatto anche movimento, palestra e sono stata seguita da più di una nutrizionista ma nonostante ciò non sono mai riuscita a perdere neanche pochi grammi. Pensavamo che non seguissi la dieta precisa, ma non è così. L'ho sempre fatta in modo correttissimo, anzi ho continuato ad ingrassare. Se fino a 7 mesi fa il mio peso si manteneva a 67 kg per 1.65 e rimaneva sempre stabile, adesso ho raggiunto il peso più alto che è 71 kg e ho accumulato grasso nella parte superiore del corpo, braccia e pancia, cosa mai avuta e ovviamente tutto ciò sempre seguendo una dieta.

Stanca di questo 1 mese fa sono andata da un endocrinologo e guardando i risultati della curva glicemica e notando una lieve iperglicemia mi ha prescritto GLUCOPAGHE 1000 e mi ha dato una dieta (io ovviamente gli ho raccontato tutto, anche che in tutti questi anni ho sempre mangiato in modo sano ma non dimagrivo) e mi ha detto che il mio corpo assorbe tutto. Lui mi ha detto che comunque dopo 15 giorni dall'assunzione della pillola e dieta, dovevo comunicargli se vi era stato un cambiamento di peso, se sono riuscita a dimagrire.
Purtroppo ad oggi, sono passati più di 20 giorni e non sono dimagrita, ho "perso" solo 300 grammi. Lui mi ha detto che se con questa terapia non ci fosse stato alcuna perdita di peso, non c'era più niente da fare. A lui non ho ancora comunicato questi risultati. Sono frustrata, stanca e disperata. Ho fatto di tutto, tanti sacrifici. Ma com è possibile tutto ciò? Non c'è davvero nulla da fare? non esistono altri esami da fare? altre possibili cause? Perché? Ho paura, tanta paura di continuare ad ingrassare! Spero che qualcuno possa aiutarmi, dirmi come procedere e capire se davvero devo rassegnarmi e soprattutto il perché mi accade questo. Grazie mille.

Risposta di:
Dr.ssa Ilaria GiordaniDottore Premium
Specialista in Diabetologia e malattie del metabolismo e Endocrinologia e malattie del metabolismo
Risposta

Bisogna associare un'attività fisica costante, altrimenti la sola dieta non è efficace. Per scrupolo, propongo di effettuare prelievo per sodio, potassio, cortisolo, ACTH, IGF-1 (in un laboratorio ospedaliero).

TAG: Dieta | Endocrinologia e malattie del ricambio | Ghiandole e ormoni | Ginecologia e ostetricia | Nutrizione | Salute femminile