30-08-2016

Ovaio policistico e difficoltà a dimagrire

Buonasera, sono una ragazza di 23 anni, sono alta 1.66 e peso 69kg. Da sempre ho avuto il ciclo molto irregolare. Andai dalla ginecologa anni fa, mi fece un'ecografia pelvica e mi disse che era tutto perfetto e lo stress poteva essere una causa di questi ritardo quindi potevo stare tranquilla e con il tempo si sarebbe aggiustato tutto.
Cosi non è stato..ho continuato ad avere continui ritardi..così lo scorso anno il mio ciclo non è arrivato per 6 mesi. Sono andata da un altro medico, volevo capire il motivo di questa amenorrea. Anche lui ha fatto l'ecografia e non ha notato niente di strano e mi ha fatto fare degli esami, con i seguenti valori: FSH 5,00. LH 12,78. BETA ESTRADIOLO 106,00. PROGESTERONE 0,30. PROLATTINA 12,05 vedendo questi risultati mi ha detto che andava tutto bene, non mi ha dato nessuna spiegazione, eccetto che "ogni donna ha i suoi tempi".

Mi ha detto di fare una iniezione di progesterone e in 20giorni sarebbe dovuto arrivare il ciclo; il 20esimo giorno è arrivato. Cmq dopo quella volta, il mio ciclo continua ad essere irregolare, ritarda di 15-20giorni. Oltre a questo devo aggiungere che nella mia vita ho sempre mangiato correttamente e nonostante ció sono sempre un pó in sovrappeso e soprattutto non riesco a perdere neanche 100grammi. Unica ipotesi secondo me era l'ovaio policistico..ne avevo parlato con quest ultimo medico ma lui lo aveva escluso. Quindi ho fatto dei test tiroidei. I valori sono tutti nella norma eccetto ANTICORPI ANTI TIREOPEROSSIDASI : 0,05 (V.RIF 0,1 - 5,61). Sono andata da una nutrizionista, ho seguito una dieta (nonostante nella mia vita ho sempre mangiato bene) e niente..non sono dimagrita! Qualche settimana fa..sono andata da un altro ginecologo e gli ho fatto vedere gli esami che mi aveva fatto fare il primo dottore e dai risultati di FSH e LH mi ha detto che avevo l'ovaio policistico...mi ha fatto l'ecografia e ha confermato la diagnosi!

Ma com é possibile che gli altri due dottori non si sono accorti di nulla??? Cmq questo medico mi ha prescritto la pillola anticoncezionale Sibilla che non ho ancora iniziato a prendere e mi ha prescritto delle analisi. Ho appena avuto i risultati (vi elenco quelli che non rientrano tra i valori di riferimento) BILIRUBINA TOTALE 1,33. BILIRUBINA DIRETTA 0,54 BILIRUBINA INDIRETTA 0,79. COLESTEROLO TOTALE 128,0. TEMPO DI PROTROMBINA17,0 SEC. TASSO DI PROTROMBINA 66% I.N.R. 1,3 PTT 40,6 SEC HO fatto anche la curva da carico glucosio: GLICEMIA BASALE 71,0MG\DL DOPO60' 100,0MG DOPO 120' 90,0 mg. DOPO 180' 55,0 mg. HO FATTO ANCHE LA CURVA INSULINEMICA DA CARICO DI GLUCOSIO : INSULINEMIA BASALE 7,20 uU/ml. INSULINEMIA DOPO 60' 35,70 INSULINEMIA DOPO 120' 25,90. INSUL.DOPO 180' 6,20. tutti gli altri valori sono nella norma,eccetto i GR un pó più bassi, MCH 32,2 pg, MCHC 36,8%.

Non li ho ancora fatti vedere al mio ginecologo. "DISPERATA" credo sia davvero la parola giusta..non so più cosa fare..continuo a seguire una corretta alimentazione..ma nonostante ció non dimagrisco anzi..mi sembra di notare il contrario e questo mi fa stare molto male..faccio sacrifici..ma per cosa? Non sono una grande sportiva..ma cammino molto a piedi..per il tipo di lavoro che faccio(in realtà devo ancora laurearmi) sto sempre in movimento e cammino molto, non sto mai ferma. Chiedo scusa per essermi dilungata cosi tanto ma spero vivamente che qualcuno trovi il tempo per leggere tutto. So che attraverso uno schermo non è possibile fare diagnosi ma mi piacerebbe almeno ricevere un parere,un consiglio e capire soprattutto se iniziando la pillola qualcosa può cambiarei.. Questi chiletti in eccesso non mi fanno star bene. Grazie per l'attenzione. Cordiali saluti. Erica
Risposta di:
Prof.ssa Paola Grilli
Specialista in Chirurgia generale e Endocrinologia e malattie del ricambio
Risposta
Gentile paziente, prima di assumere un trattamento estro-progestinico, che sarà sicuramente indicato, Le consiglio di rivolgersi ad un endocrinologo per fare una valutazione complessiva del suo assetto ormonale approfondendo, se del caso, con alcuni esami sia il suo andamento metabolico nei confronti dell'assorbimento del glucosio sia se la sua tiroide, anche se con dosaggio degli ormoni tiroidei nella norma, non sia alterata nella risposta, cioè più lenta agli stimoli e conseguentemente determinare un rallentamento metabolico.
TAG: Biochimica clinica | Endocrinologia e malattie del ricambio | Esami | Ghiandole e ormoni | Ginecologia e ostetricia | Organi Sessuali | Patologia clinica | Salute femminile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!