02-03-2017

Peggioramento delle intolleranze alimentari

Buongiorno a tutti, paziente 22 anni, fumatrice 10 al dí, da 7 anni trattamento anticoncezionale con pillola da 21 giorni e 7 di pausa (Mercilon), da qualche mese assume anche biotina una cpr al dì, per esami risultati molto bassi. In passato sofferto di ferro basso, vitamina b12 bassa, gastrite (curati con flebo di ferro Ferinject, iniezioni intramuscolari Vitarubin super concentrata e Pantoprazol 40 mg). Da circa 5 anni sofferenza di intolleranze alimentari asintomatiche (confermate con analisi ematiche) a glutine, lattosio, uova e noci, non trattate.
Da due mesi si trova all'estero. Riferisce peggioramento delle intolleranze da circa 4 mesi con sintomi importanti soprattutto al glutine, con crampi addominali, diarrea, debolezza generale e nausea. Raramente e in aumento emicrania unilaterale non correlata al ciclo mestruale. Ultimi due cicli con perdite scarse e in dicembre perdite dopo l'ovulazione.
Ah ho dimenticato, esame ematico della celiachia eseguito una volta all'anno negativo. Grazie mille a tutti

Risposta di:
Dr. Luano FattoriniDottore Premium
Specialista in Gastroenterologia e Chirurgia dell'Apparato Digerente e Endoscopia Digestiva
Risposta

Osservo che c'è contraddizione tra la accertata intolleranza al glutine, che lei dice di aver accertato, e l'assenza di celiachia.

TAG: Allergologia e immunologia clinica | Gastroenterologia | Intolleranze | Medicina generale | Nutrizione
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!