27-06-2017

Pelle arrossata e macchie all'inguine

Buongiorno! È la prima volta che scrivo su questo sito, colgo l'occasione per ringraziare del vostro lavoro, in quanto molte persone non osano recarsi da un medico personalmente. Ora vi espongo tre miei problemi. Sono una ragazza di 15 anni. Allora il primo problema è quello che mi preoccupa di più. Ho notato nella zona dell'inguine, solo nella parte destra, la presenza di qualche macchia rossa, che non mi provoca prurito, peró mi spaventano, sono rotonde e molto rosse! Non so se può essere dovuta alla depilazione

Il secondo problema non è correlato al primo, peró vorrei porgervelo. Allora circa 1 anno fa mi sono recata da un dermatologo, per curare la mia acne papulo pustolosa, lieve, è stata curata con un antibiotico molto blando di tre mesi con annessa cura locale con due creme, lo zynerit la mattina e il benzac la sera, che continua ad utilizzare da circa 1 Anno, però il problema è che l'acne è sparita peró ho la pelle molto arrossata, il dermatologo dice di proseguire, peró non vedo miglioramenti, ho la pelle rossa nella zona delle guancie.

Poi un'ultima cosa, ho un capillare rotto sul labbro. Fa male fare il laser? Grazie mille, queste domande ho cercato di farle al mio dermatologo ma non mi ha dato risposte esaustive, cosi confido in Voi.

Risposta di:
Dr. Antonino Arena Dottore Premium
Specialista in Allergologia e immunologia clinica e Dermatologia e venereologia
Risposta

Riguardo a tutte tre le sue domande è possibile solo dare dei consigli e delle spiegazioni generiche che, spero, le siano utili. Nel caso delle macchie a livello inguinale non è da escludere che siano collegate alla depilazione, sicuramente non si tratta di nulla di grave ma per una corretta diagnosi (questo vale per tutti i quesiti) è necessaria una visita diretta. In dermatologia è una regola da cui non si può derogare.

Nel secondo caso (l'acne) è positiva la scomparsa dell'acne perché era l'obiettivo principale della cura. L'irritazione può essere secondaria all'uso dei farmaci utilizzati. La loro sospensione o una forma diversa di cura devono essere attuati solo dopo visita dermatologica.

Per il capillare rotto sia la diagnosi che il tipo di trattamento seguono lo stessa strada dei quesiti precdenti.
Buona giornata Dr Arena Antonino

TAG: Dermatologia e venereologia | Pelle