17-07-2017

PET per neoformazione polmonare

Mi potreste aiutare a capire questa risposta pet? "Quesito clinico: neoformazione polmonare, l'indagine condotta a 60 minuti dalla somministrazione della dose traccia, a riposo ed in euglicemia. Registrazione emissiva con scansione orecchio-femori associata registrazione CT a basso amperaggio per correzione dell'attenuazione e repere anatomico. Descrizione: ipermetabolismo è presente a carico della voluminosa lesione descritta a carico del polmone destro adeso alla parete toracica posteriore. Ipermetabolismo è presente carico dei linfonodi ilari bilaterali e di un linfonodo sottocarenale. Moderata iperattività a carico di entrambi i surreni in particolare a dx in prima ipotesi di natura funzionale. Quadro sospetto a livello polmonare. Dubbi i reperti linfonodali." Attendo vs risposta, grazie mille Saluti

Risposta di:
Dr. Giorgio De Bernardi
Specialista in Allergologia e immunologia clinica e Fisiopatologia e fisiokinesiterapia respiratoria
Risposta

Gentile Signora, nel formulare la richiesta non dice se la PET è sua o di un famigliare. In ogni caso mi è impossibile darle un parere, anche per motivi di riservatezza legate alle norme vigenti in materia di Privacy. Ritengo che la cosa più corretta che deve fare Lei o la persona che ha eseguito la PET, sia sottoporre i risultati della PET al Medico che ha richiesto l'esame, così da poter proseguire nell'iter diagnostico-terapeutico intrapreso. Cordiali saluti.

TAG: Apparato Respiratorio | Esami | Malattie dell'apparato respiratorio | Pneumologia | Polmoni e bronchi | Radiodiagnostica