Logo Paginemediche
  • Programmi
  • Medici
  • Salute A-Z
  • Per le aziende
L’ESPERTO RISPONDE

piuttosto che fare esami è meglio che si rechi da uno specialista

Salve,da anni ormai soffro di dolori a varie articolazioni che però ho trascurato per motivi differenti.Ho sofferto in passato di disurie e infiammazioni uretrali e prostatiche che mi hanno spinto nel tempo a fare varie analisi ma che non ho mai messo in relazione ai miei dolori articolari.Nella fattispecie, sono risultato positivo a proteus mirabilis, escherichia coli e streptococco aureo e trattato di conseguenza.L'ultima infezione rilevata nel dicembre dello scorso anno curata con 15 giorni di augmentin.Circa due mesi fa, sono stato in un centro estetico dove mi hanno praticato un massaggio al termine del quale la ragazza che mi massaggiava mi ha proposto una prestazione sessuale.Ho accettato di farmi masturbare e dopo ho ripreso ad avvertire alcuni fastidi a livello uretrale.Adesso è da circa una settimana che ho fortissimi dolori alle mani, non riesco a fare cose banali come tirarmi su i calzini o chiudere una caffettiera, ho dolori all'avanbraccio e qualsiasi movimento faccia sento un tendine che tira e fa male.Potrebbe essere un infezione gonococcica?Premetto che in passato tutti i tamponi uretrali fatti sono risultati negativi al gonococco.è possibile che lo avessi nel sangue o a livello delle giunture anche in presenza di un tampone uretrale negativo?Quali esami (del sangue o di altro tipo) è consigliabile che faccia?è possibile, anche a distanza di anni, curare e sconfiggere le mie tendiniti?Se mi tasto sento come delle palline, dei nodulini dolenti lungo i tendini: può trattarsi di depositi di calcio o di punti in cui la membrana che copre i tendini si è rotta? In tal caso come si può rimediare.Grazie per il tempo che vorrete dedicarmi.
Risposta del medico
Dr. Tiziano Gastaldi
Dr. Tiziano Gastaldi
Specialista in Reumatologia e Ortopedia e traumatologia
L'associazione esiste per cui non è il caso di fare esami semplicemente, ma è il caso di farsi vedere da un buon reumatologo che associ inseconda battuta gli accertamenti che reputa necessari, ai dati che otterrä dall'esame clinico. In reumatologia l'esame clinico riveste sempre il ruolo di fondamenta per tutto il successivo procedere. A parte i tests immunitari ed anticorpali verranno eseguiti altri accertamenti e probabilmente anche qualche radiografia.
Risposto il: 13 Maggio 2010
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali