22-03-2006

Pregiatissimi dottori, sono un avvocato 51enne. a

Pregiatissimi Dottori, sono un avvocato 51enne. A causa di un forte stress (essere venuto a conoscenza dell' esistenza di una mia figlia, nata da un rapporto occasionale, oggi 26enne, in verità già saputa; cercare di allacciare 1 rapporto con lei che non ne vuol sapere assolutamente di me; essere sposato con 1 figlia 15enne con il terrore di doverle rivelare l' esistenza di 1 sorellastra illegittima; grandi complessi di colpa per l'abbandono fatto, etc...) sono in una situazione di forte Ansia con conseguente depressione e soffro di una fittolina CONTINUA 24 ore su 24 al capezzolo sinistro che si irradia verso il cuore, senso di palpitazioni, tachicardia etc..., insomma, penso, una "nevrosi cardiaca" (di cui ha sofferto e soffre anche mia madre). Tale fittolina, fortemente invalidante, si calma solo con l'assunzione di tavor (lorazepam) in quantità abbastanza abbondante. Ho fatto tutti gli esami cardiaci e è risultato 1 prolasso mitralico di lieve entità e 1 leggera ipertensione. Mi potreste cortesemente suggerire - in maniera esauriente - quale Terapia farmacologica non psichiatrica è indicata per il mio problema, cioè per attenuare o eliminare questo senso d'angoscia e di ansia generalizzata con somatizzazione sul Cuore che mi pervade (chiaramente da concordare poi con il curante) e soprattutto per eliminare tale fittolina che, per me, è di chiara matrice ansiogena-reattiva a tale situazione che non riesco a risolvere? Vi ringrazio per la gentilissima risposta che vorrete darmi e complimenti di vero cuore per il Vostro egregio lavoro. Roberto.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Certo la Sua situazione di intenso stress emotivo, dati i presupposti, è ovviamente comprensibile e condivisibile. La sintomatologia lamentata, pur estremamente fastidiosa, appare sostanzialmente benigna sia per la sua continuità, sia per il carattere trafittivo, sia per la risposta all’ansiolitico, peraltro a dosi “abbondanti”, sia per la sostanziale negatività degli esami che Lei ha effettuato. Anche se non li elenca, sicuramente ha effettuato un ecocardiogramma che ha evidenziato un lieve prolasso, mentre ritengo che abbia anche eseguito un ECG dinamico delle 24 ore (utile per diagnosticare eventuali aritmie) ed una prova da sforzo (che serve a slatentizzare un’eventuale ischemia cardiaca); se invece non ha eseguito questi due test, contatti il Suo cardiologo per chiedergli un parere su di essi. La leggera ipertensione, che è osservabile in più della metà degli uomini della Sua età, non può certamente dare i fastidi lamentati, anche se va ovviamente curata e tenuta sotto controllo; invece nei pazienti con prolasso mitralico, che sono anch’essi tanti, sono descritti dei dolori toracici atipici, benigni seppur fastidiosi. Purtroppo non esistono terapie non psichiatriche per i disturbi emotivi (ma esistono ottimi psicoterapeuti che evitano il ricorso ai farmaci), mentre dal punto di vista cardiologico può chiedere al Suo curante l’opportunità di un trattamento con beta-bloccanti (che ovviamente dipende molto dai risultati dell’ECG Holter).
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!