24-03-2008

Premessa recentemente ho eseguito un test da

PREMESSA Recentemente ho eseguito un test da sforzo al cicloergometro che ha evidenziato anomalie della fase di ripolarizzazione ventricolare accentaute durante lo sforzo; successivamente tomoscintigrafia miocardica da sforzo che ha evidenziato modesta ischemia della parete inferiore associata ad ipoperfusione del setto anteriore. PA 120/80 ECg con ritmo sinusale a 65bmp. Ecocardiogramma transtoracico ha evidenziato: ventricolo sx di normali dimensioni con spessori parietali ai limiti della norma. Cinesi globale conservata (FE 55%) con ipocinesia della parete inferiore tratto basale-medio (WMSI 1,13). Radice aortica di normali dimensioni. atrio sx nei limiti alti della norma (40 mm); sezioni destre nei limiti della norma. al doppler minima incontinenza valvolare mitralica. ecocardiogramma sotto sforzo ha evidenziato: un lieve sottoslivellamento del tratto ST in sede infero-laterale di circa 1 mm, all'ecocardiogramma di base ipocinesia della parate inferiore. all'acme del test non modificazioni. FATTO Sulla scorta di tale quadro sono stato sottoposto ad esame coronarografico con il seguente esito: circolazione coronarica destra dominante, albero coronarico angiograficamente esente da stenosi. Gradirei un commento a tale diagnosi e se posso continuare l'attività ciclistica amatoriale (mediamente 3 uscite a settimana di circa 3 h cadauna) e con quali limiti di frequenza media (bpm) (ho 38 anni h 1.81 peso 78 kg) grazie.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Con queste evidenze, può continuare l’attività sportiva, non agonistica, con controlli frequenti e periodici delle condizioni del cuore e specialmente dell’ecg da sforzo. La frequenza durante l’attività sportiva non dovrebbe superare i 140/m, all’incirca il 70% della sua frequenza cardiaca massimale che è 180/m.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!