Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

26-07-2016

Presenza di lesioni focali in entrambi i lobi epatici

Salve, scrivo per un parere, dato che mio marito ha avuto ed ha ancora dolore successivo a eco addominale è stata fatta RMN per aerea focali da approfondire. Ha 43 anni fuma molto ed è alto 1.68 circa.
Trascrivo risposta RMN: esame espletato ad integrazione di indagine ecografica indicativa di lesione focale ipoecogena in fegato steatosico. In entrambi i lobi epatici sono presenti 5 lesioni focali: 1 LOBO SX 2S mis. 40x23mm, 1nel 7S mis. 45x43mm, 1nel 5S mis. 12mm e 2 nel 6S mis. 25 e 24mm. Tutti presentano margini netti lobulati, ipointensità nelle sequenza T1W ed alta intensità T2W. Dp infusione m.d.c. fase arteriosa si riconosce un potenziamento periferico di m.d.c. di tipo globulare e progressivo accumulo centri peto, quasi completo, nelle successive fasi contrasto grafiche, in fase tardiva tali lesioni appaiono iso lievemente ipointense rispetto al parenchima restante. Sulla base delle suddette caratteristiche di base e di cinetica contrasto grafica tali lesioni appaiono verosimilmente ad Angiolino cavernosi, meritevoli di follow up. In sede sottoglissoniana al livello del 8 San piccola aerea ipervascolare di 7mm compatibile con Angiola capillare. Microcisti nel 7S. Colecisti normodistesa. Non dilatate le vie biliari intrattenimento ed extra epatiche. Assenze splenomegalia portale pervio e di regolare calibro. Milza dimansioni ai limiti superiori senza alterazioni della vasvolarizzazione. Pancreas, surreni e reni nei limiti. Vie urinarie non dilatate. Regolare il calibro dell'aorta addominali. Non linfoadenomegalie retro peritoneale. Non versamento libero nei recessi ipocondriaci. Volevo gentilmente sapere cos'ha...
Risposta di:
Dr. Paolo Pantanella
Specialista in Gastroenterologia e Pediatria
Risposta
L’angioma è la più frequente lesione benigna del fegato e sono delle malformazioni vascolari.
Piccoli noduli di emangioma capillare non hanno significato clinico, mentre gli emangiomi cavernosi di voluminose dimensioni sono più frequentemente di competenza chirurgica. 
Nella maggior parte dei pazienti, gli angiomi sono asintomatici e la loro diagnosi è casuale, anche se la presenza di masse voluminose può determinare vaghi sintomi a carico dell’addome superiore. Nei pazienti sintomatici, è sempre necessario escludere la presenza di altre patologie alla base dei disturbi lamentati.
Il rapido aumento delle dimensioni o la trombosi all’interno della lesione sono eventi che possono determinare l’improvvisa comparsa di sintomi. La rottura spontanea dell’angioma è rara; le consiglio un controllo a distanza di 6 mesi per valutare una stabilità o una crescita delle lesioni.
TAG: Epatologia | Esami | Fegato | Gastroenterologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!