11-10-2016

Pressione elevata a 25 anni

Buongiorno, sono un ragazzo di 25 anni.

Dopo un periodo di stress, ho iniziato a rilevare una pressione moderatamente elevata che si aggirava intorno ai valori di 170/110. Il giorno 04/01/2016 mi sono recato in pronto soccorso dove mi è stata misurata la PA per circa 3 ore ad intervalli di 15 minuti. Il valore è sempre stato intorno ai 165/105 per tutte le misurazioni. È stato eseguito ECG (negativo) e vari esami del sangue. Unico valore leggermente fuori range il potassio a 3.3

Sono stato dimesso con richiesta esecuzione Holter pressorio, esame che faccio la settimana dopo. Questo il referto: Pressioni medie nei limiti. È presente il calo pressorio notturno per la diastolica, ai limiti per la sistolica. Carico sistolico moderatamente elevato per tutta la registrazione. Carico diastolico moderatamente elevato di giorno, accettabile di notte. Conclusione: ipertesione arteriosa. Consigli: iniziare terapia.

Questi i valori: Generale media sis. 132 media dia 78 media FC 73 Veglia media sis. 135 media dia 82 media FC 76 Sonno media sis. 122 media dia 66 media FC 65 Decido di prendere appuntamento da un cardiologo per i consigli del caso. Ecco alcune parti del referto: Familiarità per ipertensione. Riferisce completo benessere soggettivo. Buono compenso emodinamico. MV aspro diffusamente. Addome trattabile, peristalsi presente. Fegato all’arcata costale. Polsi periferici simmetrici, non soffi carotidei. Non sfregamenti pericardici. Tiroide: NDP. PA. 160/90 ECG: 76bpm sinusoidale. Normale la conduzione a-v. Blocco focale destro. Normale la ripopolazione ventricolare. Qt=360msec. Mi vengono consigliati altri esami del sangue, ecografia addominale, doppler delle arterie renali. Esami che effettuo puntuamente. Nulla di rilevante se non il solito potassio a 3.3. Ecografia e doppler tutto assolutamente nella norma. Mi vengono inoltre consigliate 2 compresse di Vagostabil 2 volte al giorno e l’inizio di una terapia a base di Bisoprololo 2,5mg al mattino.

Decido di non iniziare la terapia con il Bisoprololo in quanto mi fa un po’ paura iniziare cure a questa età. Inoltre il cardiologo è stato poco chiaro circa la prosecuzione o meno di questa terapia per molto tempo e decido di prendere solo il Vagostabil. Passate un paio di settimane la PA si regolarizza intorno al valore di 130/80, anche meno e rimane stabile. Il cardiologo dopo aver visto tutti gli esami sostiene che devo iniziare la terapia con il bisoprololo. Secondo voi è indispensabile? Come mai dovrei iniziarla data la stabilizzazione su valori più normali? Un'ultima cosa, degna di nota. 2 giorni prima di recarmi in PS inizia a tremarmi la palpebra superiore destra, molte volte al giorno. Questo continua tutt’ora dopo oltre 2 mesi e per diverse volte al giorno. Soprattutto appena mi alzo la mattina. Il medico sostiene che sia stress. È normale che continui per così tanto tempo? Sono abbastanza preoccupato per questo. Grazie
Risposta di:
Prof. Luigi Iorio
Specialista in Cardiologia e Medicina interna
Risposta
Gentile sig.re, purtroppo ha molto focalizzato la sua attenzione sulla pressione arteriosa. Bisognerebbe saper qualcosa di più preciso sulla sua ipopotassiemia. Non riferisce sul suo peso corporeo e sulle sue abitudini di vita. Sarebbe opportuno non prendere decisione di curare o meno la sua ipertensione arteriosa solo dai risultati di un Holter pressorio. Saluti prof Luigi Iorio
TAG: Cuore | Ipertensione | Malattie dell'apparato cardiovascolare