11-05-2018

Problemi intestinali

Buongiorno dottore le scrivo in quanto sono alcuni anni che ho un problema intestinale. È iniziato tutto 2 anni fa quando a seguito di un forte periodo di stress ho cominciato ad avere dolori al basso ventre e dopo la morte di mia nonna ho scoperto facendo le analisi nelle feci di avere la candida albicans .

Ho fatto una cura con il funghicida con ristabilimento della flora intestinale E dopo questa cura erano rimaste solo fare Colonie . Allo stesso tempo ho fatto anche un test per intolleranze alimentari con il sangue e mi ha portato a intolleranza frumento e uovo al 100% Tant'è che mi sono recata dalla nutrizionista che mi ha fatto una dieta eliminando questi due alimenti , da due anni mangio se mangio pasta la mangio senza glutine , . Un po' di tempo dopo ho ricominciato di avere di nuovo questi dolori ripetuto l'esame delle feci è di nuovo erano comparse Alcune colonie di candida ed il medico curante mi ha prescritto una cura di tre mesi con due probactiol Plus e un candex al giorno che ho finito alcuni gg fa . Mi ha anche fatto fare le analisi del sangue per la celiachia risultate tutte negative. Però ci sono giorni in cui posso mangiare di tutto e non sto male giorni che magari la sera prima mangio qualcosa di più magari contenente frumento o latte ed il giorno dopo sto male quindi il mio medico è convinto che io comunque sia posso avere il gene che porta la celiachia .

Ora finiti i tre mesi di cura ho anche ripetuto il test delle feci e devo prendere tra qualche giorno il referto però volevo chiederle se secondo lei è il caso che io faccia questo test del DNA per vedere la predisposizione o meno alla celiachia come detto dal medico o se questo mio problema possa dipendere dal fatto che sono una persona abbastanza ansiosa e sto passando un periodo di forte stress (soffro spesso di intestino irritato e anche di colite) volevo chiederle se il fattodi andare al bagno spesso e con feci non proprio ben formate potrebbe essere riconducibile a questo momento di forte stress. Grazie distinti saluti

Risposta di:
Dr. MARIO GUSLANDI
Specialista in Gastroenterologia
Risposta

Il test genetico per la celiaca se risulta negativo la esclude categoricmente, ma se viene positivo dimostra solo una predisposizione a poter sviluppare la celiachia, quindi non prova nulla. Se i tests di laboratorio per la celiachia sono negativi la questione é chiusa. É possibile invece che si tratti di colon irritabile, che in ogni caso richiede cure appropriate e prolungate per essere riportato sotto controllo

TAG: Adulti | Allergologia e immunologia clinica | Apparato Digerente | Colonproctologia | Disturbi gastrointestinali | Esami | Gastroenterologia | Giovani | Infezioni | Intestino | Intolleranze | Microbiologia e virologia | Virus
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!