Gentile Dottore,Desidero porle alcune domande riguardanti il decorso clinico di una mia cara amica (che chiamerò mara) che purtroppo due settimane addietro è stata operata per la rottura di un aneurisma cerebrale. Descriverò il tutto a punti in modo da evitare di essere non chiaro nella spiegazione.- rottura aneurisma arteria cerebrale media... Leggi di più suppongo (purtroppo nn mi arrivano notizie molto chiare)- Le condizioni di mara nn sono ottimali per l'operazione quindi viene tenuta per una notte in terapia intensiva, sotto terapia farmacologica- La mattina seguente mara viene operata. Le viene posizionata una cilp in titanio. I medici dicono che l'operazione è andata a buon fine ma devono mantenere mara in coma farmacologico.- Dopo un giorno mara viene risvegliata e le sue condizioni sembrano buone tuttavia i medici dicono che bisogna aspettare perchè è molto probabile che ci sia un vasospasmo che potrebbe causare esiti neurologici- mara rimane stabile, parla, ride scherza circa 4 giorni.- dopo questo periodo mara inizia ad accusare fortissimi mal di testa e compare febbre che raggiunge i 41°- I medici si accorgono che tutti i degenti nella stanza dove è ricoverata mara presentano uno stato febbrile e vietano le visite di amici e parenti dicendo che probabilmente qualcuno le ha contagiato un virus - la febbre dura quasi una settimana e nn c'è alcun modo di farla scendere- I medici dicono che potrebbe essere stata causata da un sondino che hanno inserito durante l'intervento quasi fino alla giugulare e dicono pure che devono individuare tale virus in modo da eseguire una terapia mirata- il giorno dopo dicono che c'è una raccolta di liquido nell'area dell'intervento e che devono operarla nuovamente per rimuoverlo- mara non risponde più ai richiami verbali e non si muove più (a tratti le si colmano gli occhi di lacrime ma nn risponde più)- mara viene operata per rimuovere il liquido sopra citato ma dopo il risveglio è ancora nelle stesse condizioni precedenti l'operazione- mara viene nuovamente ricoverata in terapia intensiva perchè i medici dicono che la febbre sta complicando notevolmente le cose e che adesso è certa la presenza di un'ischemia nella porzione centrale del cervello.Questo è il decorso clinico della mia amica aggiornato a poche ore fa. In realtà avrei tante domande da porle ma più che altro vorrei sapere da cosa potrebbe essere stata causata la febbre e se quello che le ho descritto le sembra un normale decorso postoperatorio o se c'è qualcosa di anormale. Nell'attesa le porgo i miei più cordiali saluti e la ringrazio anticipatamente.SGM