Buongiorno, avevo già descritto la mia situazione in un'altra domanda, ma per chiarezza la riporto.Sono una ragazza di 25 anni e soffro di stitichezza sin da piccola.Sono abbastanza emotiva, per cui capita che in casi in cui sono particolarmente agitata abbia lo stimolo e soffra di diarrea, ma nella vita quotidiana non ho nessuno stimolo,nessun... Leggi di più dolore e l'unico rimedio è l'uso di lassativi.Sono stata visitata da un gastroenterologo che mi ha suggerito una dieta ricca di fibre, frutta e acqua e mi ha prescritto Psillogel, con la conseguenza che assumendolo, sentivo un forte gonfiore addominale e avevo maggiori difficoltà nell'evacuare.Con altri esami mi è stato rilevato una leggera dissinergia pelvica.Ho fatto l'esame radiografico dei tempi di transito e quest'ultimo è risultato estremamente lungo (i marcatori non sono stati espulsi).Per questo mi è stato prescritto un nuovo medicinale per velocizzare il transito, ma senza efficacia alcuna.Ho fatto anche gli esami per escludere la celiachia, ma i risultati sono stati dubbi: geneticamente sono predisposta, dq2 positivo,dq8 negativo, ma la biopsia era negativa e quindi il medico mi ha detto di continuare a mangiare glutine.Sinceramente non so che altro fare e come poter risolvere il problema senza l'uso dei lassativi.Il medico che mi ha risposto mi ha chiesto se avessi fatto la biopsia durante una dieta priva di glutine: no, non ho mai seguito alcun tipo di dieta.Inoltre, mi si chiedeva se ho eseguito il dosaggio degli anticorpi transglutaminasi: sì, una volta nel 2006, è risultato un valore dubbio (6,06), una seconda volta nel 2011, è risultato 1,89.