05-02-2018

protrusioni cervicali

Buongiorno,

vorrei gentilmente chiedere un chiarimento riguardo al referto della RM rachide cervicale fatta per formicolio alle mani

Esame eseguito con sezioni sagittali e assiali di 3 e 4mm di spessore ,senza contrasto. Immagini dipendenti da T1 e T2, ottenuta con tecnicha STIR,FSE e TFE. L'esame dimostra canale vertebrale irregolarmente ristretto su base acquisita. la fisiologica lordosi ceervicale è ridotta. Non si osservano alterazioni del segnale parenchimale midollare cervicale. I segnali dei dischi intersomatici presenta riduzione di tipo degenerativo. Regolari i rapporti tra occipite,atlante ed epistrofeo. Ispessimento delle parti molli peri-odontoidee che contengono piccole formazioni calcifiche di significato degenerativo. A C3-C4 è presente lieve retro-listesi di C3 su C4.

Protrusiione discale intraforaminale a sinistra restringe il forame di coniugazione. A C4-C5 il disco intersomatico è assottigliato . Alterazione degenerativa subcondriali di tipo cronico sono evidenti nei corpi vertebrali. E' presente lieve retro-listesi di C$ su C5. Pseudo protrusione discale impronta il midollo e restringe i forami di coniugazione con compressione delle radici C5. A C5-C6 voluminosa protrusione discale bilaterale comprime iul midollo e restringe i forami di coniugazione con lieve compressione delle radici C6. A C6-C7 protrusione discale ad ampio raggio restringe i forami di coniugazione con lieve compressione delle radici C7.

Sono evidenti osteofiti somatici anteriori. Si segnala formazione cistica di circa 10 mmnel lobo tiroideo sinistro. Se possibile vorrei sapere com'è la situazione e cosa posso fare . Mi scusi , ma a quale specialista potri rivolgermi per la cisti? Ringrazio per la pazienza e per la risposta. Bruna

Risposta di:
Dr. Daniele Prosetti
Specialista in Neuroradiologia e Radiodiagnostica
Risposta

La situazione in generale è una spondiloartrosi di grado significativo.

Interventi chirurgici correttivi si prendono in considerazione solo in rapporto alla gravità della sintomatologia. Lo specialista di riferimento è il Neurochirurgo. Per la cisti tiroidea, rivolgersi ad Endocrinologo che programmerà, se necessaria, una biopsia, o gli altri accertamenti che fossero necessari.

TAG: Adulti | Chirurgia | Endocrinologia e malattie del ricambio | Ghiandole e ormoni | Giovani | Malattie neurologiche | Neurochirurgia | Neurologia | Salute femminile | Salute maschile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!